La Uefa si appresta a dotare i calciatori internazionali degli strumenti necessari per un futuro nella gestione amministrativa, attraverso il lancio dell’UEFA Executive Master for International Players (Uefa Mip). Lo ha annunciato il Governo del calcio europeo in un comunicato sul proprio sito. Si tratta di un corso organizzato dal Centre de Droit et d’Economie du Sport (Cdes) dell’Università di Limoges (Francia) e dal Birkbeck Sport Business Centre, a Birkbeck, dell’Università di Londra.

Il programma formativo garantirà ai top player l’opportunità di trasferire le proprie competenze maturate in campo, in ruoli decisionali e di leadership al di fuori del rettangolo di gioco. In questa maniera si assicurerà che conoscenze ed esperienze non verranno perse al termine della carriera ma saranno utili alla famiglia del calcio negli anni a venire“, spiega la Uefa.

“Il calcio è in continua evoluzione, e lo sanno bene coloro che hanno raggiunto i più alti livelli in campo”, ha spiegato il presidente Uefa, Michel Platini. “Dare ai giocatori gli strumenti necessari per proseguire la propria carriera in altri ruoli nel calcio, è uno degli obiettivi dell’Uefa Executive Master for International Players. “Essendo stati dei leader in campo, attraverso questo corso vi incoraggiamo a fissare nuovi obiettivi e diventare influenti in ruoli al di fuori del rettangolo di gioco, a proteggere i valori del calcio e a continuare a farne parte portando entusiasmo e gioia ai tifosi di tutta Europa se non di più”.

“Quando si smette di giocare, è necessario avere delle basi o una preparazione per cominciare una nuova vita”, ha raccontato l’ex nazionale Zbigniew Boniek, oggi presidente della federcalcio polacca (Pzpn). “Non posso che apprezzare gli sforzi della Uefa per i progetti volti a integrare i giocatori in nuovi percorsi di vita”. Le parole dell’ex “Bello di notte”, come amava chiamarlo Gianni Agnelli, non sono casuali. Oggi, sono diverse le grandi stelle del passato più meno recente che hanno trovato un nuovo impiego nel mondo del calcio. Tra i testimonial del Mip Uefa ci sono giocatori come Edwin Van der Sar (oggi membro dei board dell’Ajax e dell’Eca), Dejan Savicevic (presidente della federcalcio del Montenegro), Davor Suker (numero uno della Federcalcio croata) e Seffi Jones, che dirige la lega femminile di calcio della federcalcio tedesca.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here