Stadio nuovo Udinese – L’Udinese avrà presto la sua nuova casa. Il patron del club, Giampaolo Pozzo, annuncia i tempi per vedere il lavori di ristrutturazione dello stadio Friuli del tutto completi: “Per superare la parte burocratica ci abbiamo messo 10 anni, adesso in un anno concluderemo i lavori. Qui siamo in provincia e abbiamo fatto questo investimento dello stadio – che rimarrà lo stesso, ma cambierà completamente faccia – per crescere e diventare una società meno provinciale, con fatturati più importanti e che quindi abbia la possibilità di mantenere la struttura della squadra a un livello superiore”.

Stadio nuovo Udinese, Pozzo: “Ci aspettiamo grandi risultati”

Il nuovo stadio dell’Udinese sarà una versione moderna di quello esistente. Secondo Pozzo, intervistato da Sky Sport 24, l’impianto potrebbe far cambiare le strategie della società nel lungo termine: “Qui ogni anno va via un pezzo importante e la sostituzione non sempre può essere immediata perché i giocatori hanno anche bisogno di ambientarsi. Noi per un problema di bilancio dobbiamo fare plusvalenze. Ora, però, ci aspettiamo grandi risultati dallo stadio nuovo, è importante che la squadra coinvolga i tifosi che nel nuovo stadio saranno vicini al campo e questo aiuterà a creare l’entusiasmo giusto quando si gioca in casa”.

Stadio nuovo Udinese
Un’immagine del progetto del nuovo stadio Friuli

Pozzo: “Per l’Udinese una stagione di transizione”

Al momento l’Udinese occupa il 12° posto in classifica. Il presidente Pozzo definisce quello in corso “un anno di transizione”, in cui si sta “lavorando per rendere l’Udinese sempre più competitiva. Dopo il lungo ciclo Guidolin, in panchina Andrea Stramaccioni, allenatore che ha subito conquistato la ribalta grazie alla promozione in prima squadra da parte dell’ex presidente dell’Inter, Massimo Moratti, e che adesso si è rimesso in discussione accettando la panchina dell’Udinese“.

“Abbiamo scelto un tecnico giovane e in futuro proseguiremno su questa linea – ha detto Pozzo – perché siamo una società che lavora con i giovani e avremo sempre allenatori che sposano questa nostra filosofia. Siamo contenti del lavoro che sta facendo Stramaccioni, ma anche lui ha bisogno di conoscere bene il nostro metodo di lavoro che è diverso rispetto a quello delle altre società”.

1 COMMENTO

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here