Dopo l’ex presidente Tommaso Ghirardi, è indagato anche l’ex direttore generale del Parma Fc Pietro Leonardi nel fascicolo aperto dalla Procura di Parma per l’ipotesi di bancarotta fraudolenta, anche se per il dissesto della società non c’è ancora una dichiarazione di fallimento. Leonardi, che aveva lasciato di recente le cariche sociali ma non il ruolo tecnico, si era dimesso giorni fa parlando di motivi di salute.

Leonardi era stato ingaggiato da Ghirardi nella stagione 2009/10, quella del ritorno in Serie A, è ed stato il protagonista delle strategie di mercato del club gialloblu fino alle sue dimissioni arrivate nei giorni scorsi. E’ proprio a partire dalla stagione 2009/10 che, stando a quanto evidenziato dai revisori dei conti della Pricewaterhouse Coopers, che sono iniziati i problemi di liquidità del Parma.

“L’analisi del piano economico finanziario per il successivo esercizio 2009/2010 della controllata Parma FC evidenzia una previsione di perdita rilevante ed una notevole tensione finanziaria, in conseguenza di investimenti già effettuati sul parco giocatori; elementi che secondo gli amministratori, in assenza di specifiche operazioni, non consentirebbero alla controllata di assicurare il regolare adempimento delle obbligazioni sociali fino al termine della stagione sportiva 2009/2010″. Scrivevano già allora i revisori della PWC.

LEGGI L’ANALISI DI C&F SUI MOTIVI DEL DISSESTO DEL CLUB

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here