Adidas, il secondo più grande produttore di attrezzature sportive nel mondo, ha annunciato il lancio di un processo di selezione per sostituire l’attuale amministratore delegato della società, Herbert Hainer, che ha deciso di non rinnovare il contratto con la casa tedesca dopo il 2017.

La società ha incaricato un prestigioso studio specializzato di trovare un sostituto di Hainer, attraverso una selezione che avverrà sia tra i candidati interni che di altre società.

Obiettivo 20 miliardi

L’obiettivo di Hainer ora proprio sarà quello di definire una strategia per il medio e lungo termine in base al raggiungimento di obiettivi fino al 2020. Il principale sarà quello di passare da 14,5 a 20 miliardi di fatturato. Una sfida difficile, ma che sarebbe per Hainer il culmine di una brillante carriera.

Gli ultimi anni all’interno della società non sono stati tranquilli. Una continua perdita di potere all’interno del settore a scapito di Nike ha portato Hainer a fare continue correzioni al ribasso delle stime di bilancio. Portandolo allo scontro con gli azionisti, che lo scorso anno, per i Mondiali, prevedevano risultati migliori, dopo aver vestito entrambe le finaliste e il pallone ufficiale del torneo.

PrecedenteSerie A, niente Parma-Udinese
SuccessivoRangers Glasgow, Dave King fiducioso di estromettere il board pro-Ashley
Classe 1984. Siciliano di nascita, romagnolo d’adozione, giornalista sportivo per vocazione. Tanta stampa locale (Corriere di Romagna, Resto del Carlino), poi il salto a Milano: master “Tobagi”, Sky.it, Libero, Linkiesta, Pagina99.