Sarebbe stata ratificata in uno studio legale milanese la cessione del Parma Fc dalle mani di Tommaso Ghirardi ad un gruppo russo-cipriota. L’accordo di massima raggiunto martedì scorso è stato ratificato nel pomeriggio e prevederebbe una nuova proprietà al 70% cipriota e per il 30% russa. Nella nuova società l’incarico di presidente andrebbe all’avvocato Fabio Giordano e non più al gioielliere albanese Pietro Doca. Giordano comunque dovrebbe ricoprire solo il ruolo di presidente tecnico per un periodo di tre mesi.

Tommaso Ghirardi nel pomeriggio confermava la chiusura della trattativa per la cessione della società emiliana. “Per me la trattativa è chiusa. Questa sera alla conferenza non ci sarò perchè non sono stato invitato: è un appuntamento stampa con gli acquirenti”. Stasera allo Stadio Tardini, alle 19.45, ci dovrebbero essere l’avvocato Fabio Giordano, vicepresidente in pectore del club. Il gioielliere piacentino che nei giorni scorsi aveva negato la firma dell’accordo e rigettato il ruolo di presidente, questa mattina ha invece ammesso a piacenza24.com di essere pronto ad assumere il ruolo di vicepresidente e, nel caso di firma dell’atto ufficiale in tempo, parteciperà alla conferenza. Tommaso Ghirardi invece, intervistato da Radio Parma, ha confermato: “Oggi mi aspetto alla conferenza Doca, Giordano e Leonardi. Per me è tutto chiaro, perchè ci siamo trovati davanti a un notaio. Se poi qualcuno vuole riaprire la trattativa, che va avanti da due mesi, e quindi non rispettare gli impegni presi, io mi difenderò”.

Qualora il Parma non venga ceduto i guai sarebbero ancora tanti. “Se non andrà in porto la cessione del club il sottoscritto farà l’approvazione del bilancio, non più tardi del mese di gennaio, forse anche nel mese di dicembre. Una volta approvato il bilancio ci sarà una copertura delle perdite e verrà fatta un analisi di quello che è l’indebitamento, e verrà pubblicato nel bilancio”. Allora occhi puntati sulla conferenza del Tardini per conoscere il futuro del Parma Calcio.

Alberto Lattuada

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here