Un milione di spettatori hanno assistito finora alle partire del neo campionato di calcio indiano dell’Indian Super League (Isl), a cui partecipano anche diversi giocatori italiani, tra cui Alessandro Del Piero e Marco Materazzi. Lo riferiscono gli organizzatori in un comunicato con il quale hanno annunciato lo strepitoso e inaspettato risultato. Grazie a questo primato, raggiunto dopo appena sei settimane, il torneo “ha sorpassato in termini di presenze negli stadi il campionato italiano di serie A” divenendo il torneo più seguito in Asia.

La ISL infatti è iniziata facendo registrare un boom di presenze, con 65.000 persone che hanno assistito alla partita inaugurale tra Atlético de Kolkata e Mumbai City FC il 12 ottobre, mentre una folla di oltre 49.000, il 6 novembre, era allo stadio per vedere il Kerala Blasters FC e FC Goa sfidarsi a Kochi. Tutto esauriro anche nella gara tra Kerala e Atletico de Kolkata, con 57 mila persone a creare un’atmosfera unica per un evento nuovo come il calcio, si legge sul sito ufficiale della Lega.

Impresa poi ripetuta anche ieri sera con un altro pienone al Nehru Stadium Jawaharlal, di Goa, 19.752 tifosi presenti, che ha portato il dato di presenza cumulativa della ISL a 2.000 spettatori dalla soglia del milione. Con la partita di oggi in programma a Guwahati tra NorthEast United FC vs Chennaiyin FC, la ISL supererà poi la soglia del milione di fan dal vivo. Le folle viste alle partite sono dunque una chiara testimonianza della popolarità raggiunta dal neonato campionato, che continua a attirare sempre più spettatori allo stadio grazie anche ad una politica di prezzi diversificata e con l’obiettivo di abbracciare un pubblico più ampio possibile.

La media a partita, infatti, è di oltre 24 mila tifosi ogni match, dato che piazza l’Isl addirittura al quarto posto assoluto dietro alla Bundesliga, alla Premier League e alla Liga spagnola in fatto di media spettatori. Siamo lieti di aver ospitato 1 milioni di fan in tutto otto stadi già nella nostra prima stagione e siamo orgogliosi di essere considerati come il quarto miglior campionato del mondo di calcio in termini di presenza media. Abbiamo sempre creduto che lo sport del calcio, con la giusta piattaforma, ha un potenziale di crescita enorme in India “, ha sottolineato un portavoce della ISL.

Con la prima stagione dell’ISL gli appassionati hanno iniziato a costruire un’affinità per i loro club e eroi locali, i numeri sono attesi in crescita, possono solo a gonfiarsi ulteriormente. L’ISL, nel suo primo anno, ha fatto un passo enorme verso la nascita dell’India come nazione calcistica e promette di scalare altezze maggiori negli anni a venire .

Snocciolando i dati, la squadra più seguita del paese è l’Atletico Kolkata, che in 5 gare ha ottenuto ben 225.784 spettatori e una media di 45.157 presenze. Al secondo il Kerala Blasters che in quattro gare ha raccolto 180.328 tifosi e una media di 45.082 supporters. I Delhi Dynamos, la squadra di Alex Del Piero, si segnala invece al settimo posto con 79.050 appassionati in 5 gare e 15.810 spettatori di media. Chiude la classifica il Pune, la squadra allenata da Franco Colomba.

Interessante anche il dato legato agli spettatori televisivi, ben 364 milioni in tutta la nazione, dato grazie al quale il calcio è diventato lo sport più seguito dopo il cricket. Il torneo è trasmesso live in 8 canali e in 5 diverse lingue, raggiungendo poi un pubblico globale in 5 diversi continenti e 23 lingue diverse.

Fabio Colosimo