Una formula di azionariato popolare enogastronomico, acquistando prodotti con il marchio Bari si finanzia l’attività della squadra del cuore: è questo il progetto presentato oggi da Gianluca Paparesta, presidente del Bari, e da Giampaolo Panza della società di comunicazione Planete Affaires.

L’iniziativa si sostanzia attraverso l’individuazione di aziende del territorio che acquistano la licenza a realizzare prodotti legati al food o al vino con il brand Fc Bari 1908: ci sono già quattro accordi ufficiali, che vanno dalle Cantine Botromagno a Salati preziosi (patatine), dalla pasticceria Ladisa (cioccolatini e biscotti) alla Mi.Ta.Past (panini preconfezionati). «Abbiamo scommesso sul Bari prima del calciomercato – ha spiegato Panza – con un progetto innovativo enogastronomico. Il tifoso, acquistando prodotti con il brand del Bari, finanzia aziende locali e sostiene il proprio club del cuore”.

“La formula prevede che le aziende sub-licenziatarie presentino una linea di prodotto brandizzato Fc Bari, con packing ad hoc». Tra le novità c’è il «panino biancorosso», realizzato con la consulenza gastronomica del popolare chef Almo Bibolotti che lo ha illustrato descrivendone la ricetta: «Nella rosetta c’è tacchino arrosto, crema di pomodori sott’olio, crema di menta e scamorza affumicata silvana». Paparesta ha puntualizzato che questi accordi commerciali «consentono di radicare la nuova società nel territorio, ma soprattutto di favorire la crescita economica dei partner del club. Presto presenteremo nuovi accordi».

Fabio Colosimo

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here