mediaste premium

mediaset premiumMediaset Premium, la televisione a pagamento del gruppo  di Cologno Monzese, potrebbe vedere i propri ricavi crescere fino quasi a 1 miliardo di euro nel 2017 grazie al maxi-investimento fatto per accaparrarsi i diritti in esclusiva per la Champions League per il triennio 2015-2018. E’ quanto sostengono gli analisti di BofA-Merrill Lynch, che in un report pubblicato stamane hanno alzato la raccomandazione sul titolo del biscione da neutral a buy, con prezzo obiettivo che sale da 4 a 4,1 euro. 

Secondo gli analisti, i ricavi pay del gruppo Mediaset, proprio grazie al traino della Champions, saliranno da 546 milioni nel 2014 a 938 milioni entro il 2017, e questo potrebbe rendere più facile “un potenziale accordo con Vivendi o Al Jazeera” proprio per la pay. 

Secondo BofA-Merrill Lynch, Mediaset, nonostante l’importante investimento effettuato per assicurarsi l’esclusiva per la Champions, non dovrebbe avere difficoltà ad assicurarsi anche una parte importante dei diritti della Serie A per il medesimo triennio. Secondo gli analisti della banca Usa, infatti, la struttura del pacchetto per la Serie A 2015-2018 “dovrebbe consentirle di assicurarsi i diritti per il digitale e internet degli 8 club migliori per 275 milioni di euro a stagione, circa 20 milioni in meno di quello che paga al momento per 12 club”.

“Assicurarsi le squadre chiave di Serie A fornirà una piattaforma a Mediaset per sfruttare pienamente la sua esclusiva sulla Champions League. Quasi tutte le tv nelle case” degli italiani “hanno accesso al digitale terrestre e servirà solo una smart card per ricevere Mediaset Premium e internet estenderà ulteriormente tale portata. Crediamo che una parte significativa degli abbonati allo Sport di Sky Italia – circa 3,4 mln – prenderà anche Mediaset per vedere la Champions League e che una parte più marginale dei clienti di Sky Italia possa cambiare abbonamento di pay tv per trarre vantaggio dai prezzi piu’ bassi di Mediaset“. 

Con il sostegno finanziario di un partner strategico, inoltre, Mediaset potrebbe fare un’offerta per il “pacchetto D, gli altri 12 club” della Serie A, che, “abbinato ai diritti per la Champions, potrebbe renderla il provider di pay tv leader in Italia”. Inoltre, concludono gli esperti, un’iniezione di cassa da un’operazione nella pay tv e potenziali incassi da Digital Plus “trasformerebbero la struttura patrimoniale di Mediaset”.