Ci potrebbero volere sino a tre mesi per definire la trattative con le banche per i debiti dell’Inter. Lo ha ammesso oggi a San Siro lo stesso presidente del club nerazzurro Erick Thohir che prima di Inter-Napoli ha spiegato: “Quanto ci vorrà per portare a termine le trattative con le banche? Il processo può metterci uno, tre mesi perchè alla fine vorrebbero capire le nuove idee di business. Abbiamo un nuovo business plan che io e Moratti non vediamo l’ora di rendere operativo. E’ una buona cosa per l’Inter e per i tifosi. Ad esempio dalla mia ultima visita a Madrid credo che loro rendano già operativi effettivi alcuni dei modelli che io vedo come ideali, quello che fanno è incredibile. Per competere con un club così grande dobbiamo seguire quegli stessi modelli, per essere competitivi dal punto di vista del business, del budget e dei giocatori e su tutto.

Il magnate ha poi rilasciato un commento sulle parole del presidente onorario Moratti, che ha dichiarato che un giorno Mourinho potrebbe tornare all’Inter: “La cosa più importante al momento è che abbiamo un bravo allenatore, l’ha detto anche il presidente Moratti. Con lui avevamo stipulato un accordo di alcuni anni, quindi dobbiamo esservi fedeli, dobbiamo esservi fedeli, ma allo stesso tempo abbiamo bisogno di ottenere risultati. Ieri, quando sono andato alla ‘Pinetina’, ho incontrato tutti i giocatori e gli ho detto di concentrarsi sulle ultime quattro partite.

Infine Thohir ha fatto il punto sul calciomercato: “Che giocatore arriverà quest’estate? Abbiamo bisogno di completare la rosa, c’è un discorso aperto tra me, il direttore sportivo, la dirigenza e l’allenatore. Dobbiamo aggiungere qualcosa qui e là. La cosa più importante ora è finire la stagione. Vogliamo costruire una squadra competitiva”.

PrecedenteBrasile 2014, Ronaldo: “Il Mondiale non risolverà i problemi del paese”
SuccessivoEuro 2020, la finale se la giocheranno Wembley e l’Allianz Arena