Ronaldo Brasile 2014 C&F
Ronaldo Brasile 2014 C&F

“Il Mondiale non risolverà tutti i problemi del Paese, che sono molti”. Ronaldo lo ha detto oggi in un forum a San Paolo parlando della kermesse che il suo Brasile ospiterà tra poco meno di due mesi.
“I brasiliani hanno visto il torneo come la salvezza del nostro paese”, ha proseguito l’ex attaccante di Inter e Barcellona, ma dopo le manifestazioni di massa dello scorso anno cominciate in concomitanza con la Confederations Cup, il popolo “ha cominciato a rendersi conto che non avrebbe potuto migliorare le questioni relative alla salute e all’istruzione”.
Secondo Ronaldo, membro del Comitato Organizzatore Locale del torneo che inizierà il 12 giugno a Sao Paolo, molte delle infrastrutture che dovrebbe essere consegnate prima della Coppa del Mondo “non arriveranno in tempo”, ma, per lui , “sarebbe già una gioia iniziare il torneo”.

Una vergogna

“Vergogna. Tutti vogliono fare soldi”, ha detto ancora Ronaldo, ricordando che  il bilancio pubblico non è stata preso dalla sanità o dall’istruzione per finanziare gli eventi del Mondiale; per il campione carioca il Brasile è un paese “ricco” ed “ha i soldi per tutto. E’ tempo di fare le cose per bene investendo nella salute e nell’istruzione che è ciò che salverà il paese”, ha aggiunto.
Ronaldo ha partecipato con la nuotatrice paralimpica spagnola, Teresa Perales, al Primo Forum della Gestione Sportiva, che si conclude oggi a Sao Paulo, dove si attende anche il discorso dell’ex campione verdeoro Pelè.