La Gulf Finance House Capital è ancora alla ricerca di una soluzione societaria, dopo che Massimo Cellino non ha potuto completare la sua operazione di acquisto a causa dello stop imposto dalla Lega Calcio britannica.
Mercoledì e’ spuntato di nuovo fuori Ken Bates, l’ex proprietario che aveva ceduto il club alla GFH nel 2012, rimasto sullo sfondo della trattativa fino a quando non ha dichiarato che la moglie aveva prestato soldi alla società del Bahrain per coprire il mancato pagamento di alcuni stipendi. Sembra che a Bates sia stato chiesto se fosse disposto ad unirsi con Flowers e il gruppo di Haigh nel nuovo tentativo di scalata del Leeds United. Parlando a Radio Yorkshire Bates aveva detto: “Loro (GFH) sostengono di essere una banca multi-milionaria, quindi perché mia moglie avrebbe dovuto prestare 1 milione di sterline lo scorso anno per pagare gli stipendi? E perché ancora stanno annaspando per pagare gli stipendi di domani?”.
Nonostante le voci su un suo possibile coinvolgimento nella trattativa per arrivare allo United l’ex proprietario del Chelsea ha negato di stare per lanciare un’offerta pubblica di acquisto. “Le voci, ho paura, sono infondate,”- disse – “Andrew (Flowers) ha messo in piedi un accordo con David Haigh, in cui è presente anche Hisham (Alrayes, della società madre GFHC) e poi Hisham cambia idea e fa un affare con questo italiano. Sto tendendo d’occhio la situazione perché amo ancora Leeds e voglio che facciano bene”.
L’investimento di 1.5 milioni di sterline e’ stato confermato, anche se il denaro non è mai stato versato.

Leeds, i giocatori aspettano lo stipendio da Cellino
Leeds, i giocatori aspettano lo stipendio da Cellino

Il ricorso di Cellino e la grana stipendi

Intanto il proprietario del Cagliari Cellino ha 14 giorni di tempo per fare appello contro la decisione della Football League, un portavoce della Mishcon de Reya ha commentato alla Press Association Sport: “Stiamo preparando un appello a nome del sig. Cellino, ma non commenteremo ulteriormente in questa fase”.
Oltre al ricordo in Lega l’imprenditore italiano se la deve vedere anche con la grana stipendi. I giocatori del Leeds United hanno deciso di rinviare parte del loro salario del mese di marzo dopo che il club non è riuscito a pagarli nei tempi previsti.
I proprietari della Gulf Finance House Capital e il futuro proprietario Massimo Cellino sono ancora in disputa su chi dovrebbe finanziare i salari dei giocatori dopo che la Lega Calcio inglese ha bloccato i 25 milioni di sterline dell’offerta pubblica di acquisto del patron del Cagliari.
Il capo esecutivo della PFA, Gordon Taylor, ha detto alla Press Association Sport: “Al momento il piano è che il futuro proprietario Massimo Cellino contribuisca nel soddisfacimento dei salari per questo mese, con i giocatori che accettano di aspettare il restante fino all’esito del ricorso”.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here