Pubblichiamo integralmente il comunicato diramato da Arexpo SpA dopo la scadenza del termine per la presentazione delle manifestazioni di interesse non vincolanti per la costruzione dello stadio sui terreni di Expo 2015.

expo 2015

Arexpo, stadio di calcio nell’area post Expo: nella sede della Società giunta la sola manifestazione d’interesse dell’A.C. Milan

E’ decorso oggi alle ore 12.30 il termine di presentazione delle manifestazioni di interesse per la realizzazione di un complesso sportivo comprensivo di uno stadio di calcio multifunzionale di modello europeo nell’ambito del sito Expo Milano 2015.

L’Avviso era stato pubblicato in data 14 febbraio u.s. da Arexpo S.p.A., società partecipata dalla Regione Lombardia, dal Comune di Milano, dal Comune di Rho, dalla Provincia Milano e dalla Fondazione Fiera Internazionale di Milano, proprietaria dell’area attualmente interessata dai lavori di realizzazione del sito Expo Milano 2015.

“Alla scadenza programmata indicata nell’Avviso – comunica la dott.ssa Cecilia Felicetti, in qualità di Direttore Generale di Arexpo S.p.A. e Responsabile del Procedimento in relazione all’indagine esplorativa in argomento – è pervenuta una sola manifestazione di interesse formulata nel rispetto dei requisiti e dei contenuti minimi previsti dall’Avviso, presentata dalla società A.C. Milan S.p.A. che ha manifestato il proprio interesse alla realizzazione di uno stadio calcistico di modello europeo con una capienza massima di 60.000 spettatori, fatte salve ulteriori verifiche e approfondimenti.”

In particolare, A.C. Milan S.p.A. ha manifestato interesse a realizzare sulle aree poste nella parte Est del Sito uno “stadio calcistico di modello europeo, con relativi servizi e strutture accessorie/pertinenziali anche di carattere commerciale, da dedicare in via principale allo svolgimento delle partite di calcio delle squadre della nostra Società”.

Con riguardo alle strutture di servizio ed accessorie, A.C. Milan S.p.A. riterrebbe necessaria una capacità edificatoria di ca. 20 mila mq, di cui 2.500 mq di superficie di vendita per medie strutture.

Nel complesso, A.C. Milan S.p.A. stima – quale fabbisogno – la disponibilità di un’area non superiore a 120 mila mq, includendo ca. 20 mila mq di parco (da attrezzare a scomputo degli oneri di urbanizzazione), manifestando altresì interesse a “valutare la possibilità di realizzare ulteriori impianti e strutture sportive in altre aree del sito, ovvero a rifunzionalizzare e gestire opere/manufatti, anche temporanei, presenti sul sito al termine della Manifestazione Universale ovvero a realizzare altre attività/funzioni”. 

La manifestazione di interesse presentata non è vincolante per le parti. 

“Questo passaggio rappresenta un ulteriore passo avanti nell’indagine di mercato richiesta dai Soci; nel corso delle prossime settimane le Amministrazioni interessate e la Società valuteranno come tener conto di tale rinnovata conferma di interesse da parte di A.C. Milan S.p.A. nell’ambito delle attività funzionali alla stesura definitiva delle Linee Guida del Masterplan e del procedimento di alienazione” – precisa Felicetti. ”Possiamo però dire sin da subito – prosegue Felicetti – che le tempistiche indicate da A.C. Milan S.p.A. sono in linea con il crono programma preventivato da Arexpo ai fini della realizzazione del progetto del post-Expo, ossia: avvio dei lavori entro e non oltre la data del 30 giugno 2016”.

 “Siamo molto soddisfatti della manifestazione presentata dal Milan – dichiara il Presidente Arexpo Luciano Pilotti –  perché è un ottimo segnale che si associa alle conferme dell’interesse verso Milano e l’Italia raccolto soprattutto da società inglesi e tedesche nei giorni di presenza di Arexpo al Mipim di Cannes dell’11-14 marzo, il più importante salone mondiale del Real Estate, dove il progetto post Expo Milano-Rho è stato presentato e apprezzato dagli operatori internazionali”.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here