Euromericas Sport Marketing nella sua relazione “La Germania dalla culla allo stadio” ha spiegato i dettagli chiave del successo del paese nello sviluppo di nuove figure di calcio locali. Il modello di formazione del calcio nel paese, non è una questione di moda, ma nasce dalla realizzazione di un sistema nazionale unificato, che è centralizzato e decentrato allo stesso tempo, infatti non è un caso che il calcio tedesco sia in piena esplosione, dovuto alla formazione rigorosa che sta alla base delle nuove generazioni.

Il punto di svolta

Nel 2001 la Germania grazie al suo organo di governo del calcio, la Deutscher Fussball – Bund ( DFB ), ha lanciato una iniziativa il cui scopo era quello di formare ed educare i giovani calciatori dopo i vari fallimenti raggiunti raccolti nelle coppe europee. Questo piano master, strutturato in una serie di metodologie attuate dall’Instituto Nacional de Fútbol Clairefontaine francese e dall’Accademia dell’Ajax in Olanda , consisteva nel fatto che tutti i club della Bundesliga dovevano possedere accademie di allenatori delle giovanili full-time dalla Under 9 alle Under 19. Tutti i club del paese non avevano il potere del Bayern Monaco di poter adottare questo schema ed è questo il motivo per cui la DFB ha creato un fondo comune per contribuire al finanziamento di tutti questi club, con meno meno risorse, in modo tale che anch’esse possano aderire al modello con gli stessi parametri e le stesse strutture formative.

Bundesliga, la forza nasce dal vivaio

La continua ascesa della Bundesliga

Sicuramente il potenziale del calcio tedesco continuerà l’attuale tendenza alla crescita. Ogni cambiamento generazionale è studiato ed i talenti inizia a crescere già dalla tenera età di 6 anni; negli ultimi 12 anni,circa 250 giocatori emersi dalle accademie sono andati a giocare in squadre di Bundesliga, come affermato Gerardo Molina, un esperto sul business del calcio.