Milan Academy Florida

L’annunciato addio di Adriano Galliani al Milan potrebbe non essere particolarmente gravoso per le casse del club rossonero. Secondo indiscrezioni raccolte in ambienti finanziari milanesi, infatti, la capogruppo Fininvest, la holding presieduta da Marina Berlusconi, che controlla il 99,9% del Milan, potrebbe farsi carico di gran parte della buonuscita dovuta al dirigente per i 27 anni di servizio come amministratore delegato della società.

L’importo, sul quale sarebbe ancora in corso una negoziazione, la cui regia è affidata al superconsulente Bruno Ermolli, dovrebbe attestarsi attorno ai 25-30 milioni di euro, che potrebbero essere pagati non interamente in contanti, ma attribuendo a Galliani immobili e titoli azionari nella disponibilità di Fininvest in grado di coprire la parte restante. La trattativa, tuttora in corso, starebbe avvenendo in un clima comunque non belligerante, considerato che Galliani, seppur amareggiato per gli attacchi subiti da Barbara Berlusconi, è comunque legato da una profonda amicizia nei confronti di Silvio Berlusconi e nutre anche un profondo attaccamento al Milan, che nei suoi 27 anni da amministratore delegato ha raggiunto traguardi importantissimi.