SHARE

La palla di vetro della statistica lo ha decretato: la Juventus vincerà la Serie A, il Real Madrid la Liga, il Chelsea la Premier League, il Bayern la Bundesliga e il Monaco la Ligue 1. Insomma, il girone di ritorno finirà esattamente come quello di andata, almeno per quanto riguarda quattro dei campionati Big 5. Lo rivela un’accurato studio statistico del CIES, l’osservatorio indipendente sul calcio, cha ha applicato le regole della statistica al pallone. Come lo stesso report sottolinea, sebbene ci sia più di un senso dal punto di vista scientifico, non è affatto detto che l’esito dei campionati possa essere proprio questo qui: le partite, come è ovvio, bisogna vincerle sul campo.

Tuttavia, è bene dare uno sguardo ad un lavoro che guarda al football da un punto di vista insolito. Lo studio si basa su tre macro-indicatori principali e analizza l’andamento in base a questi parametri di tutte le squadre che militano nei cinque principali campionati europei: difesa, possesso palla, attacco.

Per ogni macro-indicatore ci sono differenti classifiche. Così, ad esempio, si scopre che in Italia il podio delle squadre per minor numeri di gol concessi è composto da Juventus, Roma e Chievo Verona che se ne becca 1.11 per match e fa meglio di tutte le altre di A. Per quanto riguarda il possesso palle, invece, la squadra che realizza il più alto numero di passaggi in una singola partita è il Napoli con 574 e addirittura la squadra di Maurizio Sarri ne azzecca di più del Barcellona che fonda il suo impero sportivo sulla capacità di palleggiare: i blaugrana si fermano a 544, ma nemmeno loro possono niente contro la corazzata Bayern che riesce a fare 635 ogni giornata di campionato.

Come numero di gol segnati per match in Italia comanda sempre il Napoli: 2.22 reti a partita. Poi c’è la Roma 2.11 e la Juventus con 2 secchi. Ma siccome il calcio è il gioco che viene vinto da chi segna anche solo un gol in più degli avversari, la Juve che ne subisce 0.82 a partita ha un certo vantaggio competitivo.

E infatti i bianconeri sono destinati a ri-vincere la Serie A nel 2017, almeno secondo il CIES. La squadra di Massimiliano Allegri dovrebbe ottenere a fine campionato 83 punti, riuscendo a staccare la Roma di cinque lunghezze e il Napoli di sei. Quarta finirebbe la Lazio e quinta l’Inter. Con l’Atalanta sesta a 65 punti, il Milan sarebbe costretto a dire addio all’Europa, così come la Fiorentina. In Serie B scenderebbero Pescara, Crotone e Palermo.

Per quanto riguarda gli altri campionati, come detto, tutte le squadre in vetta alla fine del girone d’andata sono destinata a laurearsi campioni a maggio, tranne in Francia dove il Monaco dovrebbe riuscire a superare tanto il PSG quanto la sorpresa-Nizza di Mario Balotelli. Brutte notizie per il Manchester United che sarebbe costretto ancora una volta a rinunciare alla Champions League. Chi lo dice allo Special One?

5CIES classifica campionati europei – Serie A

4CIES classifica campionati europei – Premier

3CIES classifica campionati europei – Ligue 1

2CIES classifica campionati europei – Liga

1CIES classifica campionati europei – Bundesliga

2 COMMENTI

  1. Con altissima probabilità la Juventus vincerà col Crotone e ciò significa che vira a metà Campionato a 48 punti. Mi vuol spiegare il CIES in base a quale idiozia (perchè statistica no di sicuro) ne dovrebbe fare solo 35 al ritorno? Vale a dire su 19 partite dovrebbe vincere 11 partite, pareggiarne 2 e perderne 6.
    Ma almeno fanno due conticini invece di scrivere “predictive model”.

  2. 35 punti dovrebbe fare secondo “la statistica” e il “predictive model”.
    Cioè perdere 6 partite in mezzo Campionato non le ha mai perse nemmeno nell’intero Campionato, salvo una volta. Più fare 2 pareggi.
    “Predictive model”.

    Avrei detto più Wanna Marchi e il Mago do Nascimiento.

LASCIA UNA RISPOSTA: