Champions italo-tedesca? Un terzo dei club può arrivare da Serie A e Bundes

Germania e Italia possono ancora sognare di portare sei squadre ciascuna nella massima competizione europea per club nel 2024/25.

Champions squadre qualificate
(Foto: Matthias Hangst/Getty Images)

La prima edizione della nuova Champions League potrebbe essere dominata da un asse italo-tedesco. Il successo del Borussia Dortmund con il PSG – e la conseguente finale conquistata – mantiene vivo per la Bundesliga il sogno di portare addirittura sei squadre nella competizione, che dalla prossima stagione si giocherà con 36 squadre e a girone unico.

La Bundesliga, esattamente come la Serie A, può infatti già contare su cinque club qualificati all’edizione 2024/25, grazie al posto extra ottenuto tramite il ranking per Paesi stagionale. I posti potrebbero tuttavia diventare sei, ma in che modo? Se il Dortmund dovesse conquistare la Champions League e contestualmente posizionarsi dal quinto posto in giù in campionato, accederebbe alla prossima edizione del torneo come Campione d’Europa e il posto extra sarebbe assegnato alla sesta classificata (l’Eintracht Francoforte al momento).

Un’ipotesi che abbiamo già raccontato anche per la Serie A. Per il massimo campionato italiano – che ha già conquistato il quinto posto tramite ranking – un piazzamento aggiuntivo in Champions potrà arrivare tramite l’Europa League. Se una tra Roma e Atalanta dovesse sollevare il trofeo e si posizionasse contestualmente fuori dai primi quattro posti, ecco che la sesta in Serie A si troverebbe catapultata nella massima competizione per club UEFA.

Se entrambi gli scenari, tra Serie A e Bundesliga, la prossima Champions League vedrebbe la partecipazione di 12 squadre tra Italia e Germania, praticamente un terzo rispetto alle 36 partecipanti della nuova edizione. Le sfide di Europa League in programma domani diranno se Atalanta e Roma riusciranno a portare avanti questo obiettivo.