Morte Astori, venerdì l’udienza dei tre medici accusati di falso certificato medico

Secondo l’accusa i tre avrebbero contribuito alla presunta falsificazione di un certificato medico per un esame a cui il giocatore in realtà non sarebbe mai stato sottoposto.

ACF Fiorentina v AS Roma - Serie A TIM
(Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Saranno sentiti venerdì in tribunale a Firenze i tre medici imputati nel secondo processo seguito alla morte di Davide Astori, il giocatore della Fiorentina scomparso otto anni fa a Udine dove l’allora capitano viola si trovava in ritiro con la squadra per la partita di campionato contro i friulani. L’udienza per l’esame degli imputati è in programma alle 14.30.

Nel processo principale è stato condannato ad un anno (pena sospesa) per omicidio colposo il professore Giorgio Galanti, che è imputato anche in questo secondo filone d’inchiesta, assieme al professor Pietro Amedeo Modesti e alla dottoressa Loira Toncelli, estranei invece alla prima accusa. Galanti e Toncelli devono rispondere di falso, Modesti di distruzione di atto vero. Secondo l’ipotesi accusatoria i tre, a vario titolo, avrebbero contribuito alla presunta falsificazione di un certificato medico per un esame a cui il giocatore in realtà non sarebbe mai stato sottoposto.