Rozzano, il Consiglio Comunale vota contro la mozione M5S per vietare lo stadio dell'Inter

Non è passato in Consiglio Comunale un voto contro la realizzazione del nuovo impianto nell’area.

Brioschi verifiche stadio Inter

Il Consiglio Comunale di Rozzano ha votato contro un cosiddetto Ordine del Giorno presentato dal Movimento 5 Stelle per vietare la realizzazione dello stadio nel comune dell’hinterland milanese, progetto su cui sta puntando l’Inter. Mercoledì scorso è infatti andato in scena un Consiglio Comunale in cui sul tavolo c’era anche la questione del nuovo impianto dei nerazzurri.

L’Ordine del Giorno sul “divieto di realizzazione Stadio a Rozzano” è stato presentato da Andrea Bonazzi, Consigliere del Movimento 5 Stelle, e da Francesco Barbera, Consigliere del Gruppo Misto. In particolare recita:

Premesso che:

  • Milano ha già uno stadio pienamente efficiente che può essere ammodernato senza costi ambientali.
  • aumenterà il rischio idrogeologico a causa dell’ulteriore consumo del suolo.
  • aumenterà il traffico e l’inquinamento in una zona già congestionata e l’afflusso sarà difficilmente gestibile, anche da un punto di vista dell’ordine pubblico e della sicurezza.
  • L’interesse di pochi ad un nuovo stadio non deve peggiorare le condizioni di viabilità, ambiente, salute e sicurezza dei cittadini.


Considerato che:

  • La zona intorno alla MM Assago Forum è già assediata dal traffico derivante dalle strutture commerciali, uffici e ricreative presenti. In alcune occasioni (eventi sportivi, concerti ecc.) la viabilità è bloccata per ore. Non possiamo che a questa situazione si sovrapponga il flusso generato da uno stadio da 70.000 spettatori nell’area limitrofa
  • Ad oggi non risultano in Regione Lombardia studi di fattibilità sul prolungamento dalla metropolitana e Serravalle ha già risposto che non si prevedono nuovi svincoli/ uscite sulla tangenziale.
  • Rozzano avrebbe gravi ricadute negative in termini di traffico, inquinamento, vivibilità, sicurezza per la costruzione dello stadio e per la sua gestione negli anni a venire a fronte di oneri di urbanizzazione che non ripagherebbero i cittadini di Rozzano dei danni causati dall’impatto di questa costruzione sul territorio di Rozzano e su quello di Assago.

Visto che:

  • Un intervento con questo impatto deve essere sottoposto ad una Valutazione Ambientale Strategica (VAS) che coinvolge Regione Lombardia, il Parco Sud, ATM,Serravalle ed i comuni limitrofi impattati dall’opera, fra cui Assago

Tutto ciò premesso, impegna il Sindaco e la Giunta:

  • A far valere i diritti dei cittadini di Rozzano e di opporsi in tutte le sedi a questo progetto.anche in considerazione della proposta presentata in Commissione Urbanistica a Milano da Forza Italia di un progetto di ristrutturazione dello stadio Meazza, con costi economici e di impatto ambientale più sostenibili.

Erano presenti 17 consiglieri, su un totale di 25 facenti parte del Consiglio Comunale. In particolare, sono stati solo tre i voti a favore della mozione, con gli stessi Bonazzi e Barbera ai quali si è aggiunta anche Stefania Busnari (PD), mentre hanno votato contro la mozione  gli altri 13 presenti tra i quali anche il sindaco Giovanni Ferretti con un solo astenuto (Antonio La Gamba, PD).

L’Inter ha un accordo di esclusiva sull’area garantito dalle società Brioschi e Bastogi (del gruppo Cabassi) per la realizzazione di uno studio di fattibilità per il nuovo stadio nerazzurro. Una esclusiva che scadrà il prossimo 30 aprile ma che potrà essere prorogata, mentre la società resta anche in attesa di novità sul fronte San Siro.