Real Madrid-Mbappé, il club spagnolo: «Nessuna trattativa in corso»

L’obiettivo del club spagnolo, dato per assodato l’interesse per il calciatore, è quello di evitare di irritare il PSG, che ha un contratto con il francese valido fino al 30 giungo 2024.

mbappé
Kylian Mbappé (Photo by FRANCK FIFE/AFP via Getty Images)

Kylian Mbappé non ha ancora deciso di rinnovare il proprio contratto in scadenza con il Paris Saint Germain al prossimo 30 giugno. Questo rende il fenomeno francese un autentico parametro zero d’oro con particolare attenzione alla situazione in casa Real Madrid, meta gradita nemmeno tanto sgradita al numero 10 della Francia.

Proprio per questo, e per l’avvicinarsi della scadenza del contratto in essere con il PSG, ecco che le indiscrezioni su continui contatti fra Real e giocatore iniziano a rimbalzare in diversi angoli d’Europa, con particolare interesse in Francia e Spagna. La condizione di un giocatore in scadenza nel 2024 permette che da febbraio potrà intrattenere rapporti con qualsiasi club senza che il suo club sia messo al corrente. Ma prima di quel periodo, ogni contatto diretto con il calciatore deve essere approvato dalla società di appartenenza.

Ecco, proprio per questo, e per evitare polemiche che erano già emerse fra i club nel corso dell’estate 2023, il Real Madrid ha diramato una nota ufficiale sul proprio sito per affrontare la questione e soprattutto allontanare qualsiasi sospetto su una sua condotta contro le normative vigenti che metterebbero il club spagnolo in cattiva luce con gli altri club.

«Alla luce delle informazioni recentemente diffuse e pubblicate da diversi organi di stampa – si legge nella nota -, in cui si ipotizza una presunta trattativa tra il giocatore Kylian Mbappé e il nostro club, il Real Madrid desidera precisare che tali informazioni sono completamente false e che non ha avuto luogo alcuna trattativa del genere. …con un giocatore che appartiene al PSG». Quest’ultima frase è forse la chiave di tutte le righe. L’interesse per il calciatore è risaputo, ma non deve in alcun modo influenzare la condotta del club, visto anche il braccio di ferro estivo fra Mbappé e PSG che ha rischiato di escludere da questa stagione l’attaccante ex Monaco, nell’anno che porta all’Europeo in Germania, con la Francia grandissima favorita per la vittoria finale.