Cori contro Lukaku, multa per l’Inter dal Giudice Sportivo

Sanzionate anche Napoli e Milan per lancio di fumogeni verso i tifosi avversari.

FC Internazionale v AS Roma - Serie A TIM
Romelu Lukaku (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

Costano 5mila euro di multa all’Inter i cori dei tifosi contro Romelu Lukaku durante la sfida tra i nerazzurri e la Roma. Lo ha deciso il Giudice Sportivo della Lega Serie A, Gerardo Mastrandrea, come comunicato oggi dalla stessa Lega.

In particolare, la ammenda da 5mila euro è stata comminata all’Inter “per avere suoi sostenitori, per tutta la durata della gara, intonato cori insultanti nei confronti di un calciatore della squadra avversaria”.

Tra le altre società, il Milan ha ricevuto una multa di 15mila euro “per avere suoi sostenitori, nel corso della gara, lanciato due fumogeni nel settore occupato dai sostenitori della squadra avversaria, causando  un’interruzione della gara da parte dell’Arbitro per più di un minuto; per avere inoltre, nel corso della gara, lanciato un fumogeno nel recinto di giuoco; per avere, infine, al 31° del primo tempo, intonato un coro becero nei confronti dei sostenitori della squadra avversaria; sanzione attenuata ex art. 29, comma 1 lett. b) CGS”.

Sanzione simile anche al Napoli, con una multa di 12mila euro “per avere suoi sostenitori, nel corso della gara, lanciato cinque fumogeni e alcune bottigliette di plastica nel settore occupato dai sostenitori della squadra avversaria, causando con i fumogeni un’interruzione della gara da parte dell’Arbitro per più di un minuto; per avere inoltre, nel corso della gara, lanciato un fumogeno e due bottigliette in plastica, nel recinto di giuoco; sanzione attenuata ex art. 29, comma 1 lett. b) CGS”. Infine, multa di 3mila euro alla Roma “a titolo di responsabilità oggettiva, per avere ingiustificatamente ritardato di circa tre minuti l’inizio del secondo tempo”.

Tra i giocatori, una giornata di squalifica a Natan (Napoli) per doppia ammonizione per comportamento scorretto nei confronti di un avversario, oltre a Mattia Bani (Genoa), Norbert Gyomber (Salernitana), Youssef Maleh (Empoli) e Leandro Paredes (Roma) perché ammoniti da diffidati.

Tra i tecnici, infine, una giornata di squalifica all’allenatore del Torino Ivan Juric “per avere, al 49° del secondo tempo, abbandonando l’area tecnica, assunto atteggiamenti che creavano tensione con i componenti della panchina avversaria”, mentre due turni per Luciano Vulcano (Milan) “per avere, al 27° del secondo tempo, alzandosi dalla panchina aggiuntiva, rivolto al Direttore di gara un’espressione ingiuriosa” e una giornata per Maurizio Trombetta (Juventus) per avere, al 52° del secondo tempo, alzandosi dalla panchina aggiuntiva, esultato in maniera scomposta; infrazione rilevata dal Quarto Ufficiale.