Superlega, Reichart (A22): «Speriamo che l'Ue metta fine al monopolio UEFA»

Mentre Barcellona e Real Madrid sono rimasti promotori del progetto, la Juventus ha avviato le procedure per uscire dalla Superlega a luglio.

Reichart monopolio UEFA
Bernd Reichart, CEO di A22

Il 21 dicembre la Corte di Giustizia dell’Unione europea è chiamata a dirimere, una volta per tutte, il contenzioso in corso fra la società A22, che rappresenta il Superlega, e la UEFA, chiamata in causa dai club sottoscrittori del progetto di questa nuova competizione per possibile posizione di monopolio. Al momento, all’interno del disegno, che raccoglieva in un primo momento i grandi club europei con l’eccezione di PSG e Bayern Monaco, ci sono solamente Barcellona, Real Madrid e Juventus, con quest’ultima che ha già avviato le procedure per uscire.

Lato Superlega, dopo un periodo di silenzio, è tornato a farsi sentire Bernd Reichart che attraverso il suo profilo LinkedIn ha pubblicato un post che recita: «È stata annunciata la data della sentenza per il caso ESL. Il calcio europeo per club è alla vigilia di un grande cambiamento: il 21 dicembre 2023 la Corte di Giustizia dell’Unione europea presenterà la sua sentenza sul monopolio della UEFA».

«Ci auguriamo che la Corte di Giustizia dell’Ue metta fine al monopolio della UEFA e faccia rispettare le libertà fondamentali dell’Unione europea nel mondo del calcio. Tifosi, club, giocatori e lo sport del calcio sarebbero i vincitori in un mercato aperto al concorso di idee e in cui i club potrebbero governare e organizzare una competizione calcistica europea senza timore di minacce», ha aggiunto Reichart.