Juventus, domani il CdA per il bilancio 2023: rosso verso 110 milioni

Si tratterrà di un rosso inferiore rispetto all’esercizio 2021/22, quando la Juventus chiuse a -239,3 milioni di euro.

Juventus spostamento processo
(Foto: MIGUEL MEDINA/AFP via Getty Images)

La Juventus si appresta a chiudere il bilancio 2022/23 con un rosso di 110 milioni di euro circa. È quanto emerso dalla semestrale di Exor – la holding della famiglia Agnelli-Elkann che controlla il 63,8% del club bianconero –, che nei giorni scorsi ha comunicato i dati relativi al periodo gennaio-giugno 2023.

Dai documenti di Exor si evince che il club bianconero ha chiuso il secondo semestre (il primo dell’esercizio per Exor, ma il secondo per la società piemontese dato che il bilancio del club va dal 1° luglio 2022 al 30 giugno 2023) con perdite per 81 milioni di euro. Considerato che il club presieduto da Andrea Agnelli ha chiuso il suo primo semestre (luglio-dicembre 2022) con un rosso di 29,5 milioni di euro, è lecito attendersi che il bilancio della Juventus al 30 giugno 2023 possa evidenziare un rosso di circa 110 milioni.

Il dato va preso con cautela, considerato che i numeri della Juventus riportati nella semestrale di Exor sono utilizzati per la stesura del bilancio consolidato della holding. Tuttavia, come già accaduto negli anni scorsi, il dato che emerge dai conti Exor, seppur leggermente differente rispetto a quello dei conti della Juventus, rappresenta un indicatore attendibile per anticipare quello che sarà il risultato della società bianconera.

Il consiglio di amministrazione della Juventus si riunirà domani per approvare il bilancio al 30 giugno 2023, come riportato da Tuttosport. In quell’occasione si conoscerà con esattezza l’entità del risultato di bilancio della stagione 2022/23: il dato di Exor infatti potrebbe subire ulteriori aggiustamenti – come già accaduto nel 2019/20 – in caso di poste straordinarie. Tra queste, per esempio, potrebbe rientrare la svalutazione di Leonardo Bonucci.

Se le perdite fossero confermate, si tratterebbe di un rosso inferiore rispetto all’esercizio 2021/22, quando la Juventus chiuse a -239,3 milioni di euro. Il bilancio fu riscritto a seguito dei rilievi sui conti in relazione alle cosiddette manovre stipendi. Per il club sarebbe il sesto bilancio in rosso consecutivo dopo le perdite appunto per 239,3 milioni nel 2021/22, per 209,9 milioni nel 2020/21, per 89,7 milioni nel 2019/20, per 39,8 milioni nel 2018/19 e per 19,2 milioni nel 2017/18.