Quanto guadagna Retegui: lo stipendio dell'attaccante convocato con l'Italia

Quanto guadagna Retegui – L’Italia scenderà in campo, per la prima partita valida per le qualificazione ai prossimi Europei del 2024 in Germania, giovedì a Napoli contro l’Inghilterra. Gara valevole…

retegui
Mateo Retegui (Photo by Claudio Villa/Getty Images)

Quanto guadagna Retegui – L’Italia scenderà in campo, per la prima partita valida per le qualificazione ai prossimi Europei del 2024 in Germania, giovedì a Napoli contro l’Inghilterra. Gara valevole per Gruppo C in cui sono state inserite anche Macedonia del Nord, Ucraina e Malta, che gli Azzurri affronteranno domenica 26.

Fra i convocati del commissario tecnico Roberto Mancini, che deve fare a meno di Ciro Immobile assente per infortunio, è presente anche Mateo Retegui, attaccante del Tigre, formazione argentina, pronto a fare il proprio debutto con la maglia della Nazionale.

Quanto guadagna Retegui, l’ingaggio dell’attaccante convocato da Mancini

Nato nel 1999 a San Fernando, in Argentina, ma con passaporto italiano, il cartellino dell’attaccante del Tigre, dove si trova in prestito dal Boca Juniors, club che ne detiene il cartellino. In questa stagione, Retegui ha giocato 9 partite fra campionato e coppa nazionale, mettendo a segno 6 gol, tutti nella Superliga argentina.

Il suo accordo con il Boca scade a dicembre 2024, condizione che lo rende anche appetibile in sede di mercato, con alcune voci che lo accostano a Milan e Inter, visto che i rossoneri cercano una punta giovane in vista della prossima stagione, mentre i nerazzurri sono da sempre molto attenti al mercato argentino. Ma quanto guadagna Retegui?

Al momento, non ci sono notizie certe riguardo allo stipendio percepito dalla prima punta, vista anche la sua condizione di prestito al Tigre. Quest’ultimo club, secondo indiscrezioni, ha un ingaggio medio per i suoi giocatori di circa 220.000 euro. Considerando che Retegui arriva da una formazione più blasonata ed è un nastro nascente del calcio argentino, non è difficile immaginare che sia leggermente al di sopra della cifra indicata in precedenza.