Quanti clienti rimborsa DAZN
(Foto: Gabriele Maltinti/Getty Images)

Massimiliano Capitanio, componente dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, ha rivelato che saranno 442mila gli utenti indennizzati da DAZN in relazione ai disservizi che si sono verificati durante Inter-Napoli e Udinese-Empoli, partite giocate nel turno di campionato del 4 gennaio 2023, il primo dopo la sosta dedicata ai Mondiali in Qatar.

«Chi paga per un servizio, ha il diritto di pretendere qualità ed efficienza. Quando questo non avviene, spesso interviene Agcom come Autorità garante nel campo delle telecomunicazioni. Se a breve verranno rimborsati oltre 442.000 utenti che hanno avuto problemi di segnale durante le partite Inter-Napoli e Udinese-Empoli è perché Agcom aveva già stabilito regole precise con due delibere ad hoc», ha dichiarato Capitanio sui suoi canali social.

«AgCom chiederà una relazione dettagliata sull’esito di questa vicenda per assicurarsi che i rimborsi arrivino effettivamente a tutti i cittadini che hanno perso fino a 15 minuti delle partite contestate. DAZN ha annunciato che i rimborsi saranno automatici e andranno a risarcire un numero di abbonati maggiore rispetto a quanto previsto dalla Delibera AGCOM 17/22/CONS che impone obblighi di rimborso in caso di mancato rispetto di determinati parametri di qualità del servizio. Sempre grazie al lavoro dell’Autorità (delibera 250/22/CONS), DAZN si era recentemente impegnata a implementare il servizi clienti (customer care) attraverso servizi di messaggistica WhatsApp o attraverso il classico Call Center», prosegue.

«Chi volesse ulteriori informazioni sul rimborso (che sarà pari a un quarto dell’abbonamento mensile) potrà contattare la Società attraverso questi canali. Se le cose non dovessero andare in questa direzione (controversia) gli utenti possono comunque sempre usufruire del servizio gratuito dell’Autorità ConciliaWeb per trovare un giusto accordo con la società. Il servizio, che è di estrema utilità e concretezza, è naturalmente a disposizione per un ampio ventaglio di controversie con operatori telefonici o tlc in genere, e non solo», ha aggiunto Capitanio.

«Ad ogni modo l’AgCom nel suo esercizio dei poteri di vigilanza monitorerà su entità e modalità dell’indennizzo automatico promesso da DAZN, nonché sui criteri di individuazione dell’utenza interessata», ha concluso il componente dell’Autorità.

I dati comunicati dall’AgCom vanno ovviamente letti in relazione all’audience totale fatta registrare da DAZN per il turno di campionato considerato: 4,5 milioni di spettatori circa. Di questi, 1,6 milioni si sono collegati alla fascia oraria delle 20.45, quella relativa al big match tra Inter e Napoli.

Nel dato AgCom è inclusa inoltre una percentuale rilevante di utenti che DAZN ha deciso di rimborsare proattivamente anche se non rientrerebbero nella casistica dei rimborsabili. Il disservizio è durato comunque per un tempo limitato (nella maggior parte dei casi si è trattato di pochi minuti di visione) e nel numero comunicato da AgCom non sono presenti persone che non sono riuscite a seguire la partita per intero.

Tutta la Serie A TIM è solo su DAZN: 7 partite in esclusiva e 3 in co-esclusiva a giornata. Attiva Ora

PrecedenteIl VAR sbarca nei playoff della Conference League
SuccessivoFiorentina Sampdoria in streaming gratis: guarda la partita in diretta