Il ManUTD chiude il primo trimestre in rosso di 30 mln

Il Manchester United ha pubblicato i risultati del primo trimestre della stagione 2022/23. Tre mesi – fino a settembre 2022 – che si sono chiusi con un rosso di 26,5…

Manchester United offerte acquisto
(Foto: Alex Pantling/Getty Images)

Il Manchester United ha pubblicato i risultati del primo trimestre della stagione 2022/23. Tre mesi – fino a settembre 2022 – che si sono chiusi con un rosso di 26,5 milioni di sterline (oltre 30 milioni di euro), in crescita rispetto ai 15,5 milioni di sterline del 2021/22.

I ricavi complessivi sono cresciuti a 143,7 milioni di sterline (126,5 milioni nel 2021/22), spinti in maniera particolare da ricavi commerciali per 87,4 milioni di sterline. I diritti tv calano a 35 milioni di sterline (43,3 milioni nello stesso periodo dell’esercizio precedente) e i ricavi da matchday crescono a quota 21,3 milioni (18,8 milioni nel 2021/22).

I costi sono cresciuti a 163,7 milioni di sterline, un aumento di oltre 9 milioni di sterline rispetto all’esercizio 2021/22. Gli ammortamenti per il primo trimestre sono pari a «40,1 milioni di sterline, con un aumento di 5 milioni di sterline, o del 14,2%, rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente, a causa degli investimenti nella rosa della prima squadra», si legge nel documento sui conti del club.

Il patrimonio netto del Manchester United si attestava al 30 settembre 2022 a quota 101,23 milioni di sterline, in calo rispetto ai 127,508 milioni del 30 giugno 2022. Il calo è ancora più evidente se confrontato con il dato del 30 settembre 2021, quando il patrimonio netto era pari a 246,669 milioni di sterline.

Per quanto riguarda la stagione 2022/23, i Red Devils prevedono di chiudere l’esercizio con ricavi stimati tra i 590 e i 610 milioni di sterline. Nel documento vengono inoltre ricordati l’addio di Cristiano Ronaldo e l’apertura da parte della proprietà ad alternative strategiche che «includono nuovi investimenti nel club, una vendita o altre transazioni».

Al momento non si evincono reazioni particolari ai conti: il titolo del club inglese guadagna poco più dell’1% in Borsa, attestandosi a quota 22,20 dollari per azione.