Football Affairs JP Morgan e la Serie A

Tre italiane qualificate agli ottavi di finale di Uefa Champions League è un qualcosa che non accadeva da tanto – troppo – tempo.

Il Milan, vincitore dello scorso campionato in patria, supera l’esame europeo con una prova di testa, prima ancora che in campo e si qualifica al secondo posto.

Dimostra di saper fare bene sulla distanza anche l’Inter che nel doppio match con il Barcellona è riuscito a dare una prova di forza e di resilienza che gli ha fatto guadagnare a sua volta la qualificazione piazzandosi dietro un Bayern Monaco francamente inarrivabile.

Impossibile, infine, non fare un plauso al Napoli di Spalletti che oltre a dominare il campionato italiano ha dato mostra di quanto valga anche in Europa, chiudendo il suo girone in testa con una giornata d’anticipo.

Football Affairs risveglio calcio italiano – esame superato? Forse non ancora

Esame superato dunque per tre italiane su quattro.
Escludendo la Juventus e il periodo “travagliato” che sta attraversando, il verdetto della fase a giorni di UCL sembra troppo bello per essere vero.

Segnali di risveglio del calcio italiano? Potrebbe anche essere ma è ancora presto per dire che la crisi – sui campi ma anche in ambito economico – dei club italiani sia alle spalle. La coppa dalle grandi orecchie manca dai palmares nazionali dall’ormai lontano 2010, l’Inter del Triplete, e una squadra italiana non raggiunge una semifinale dall’impresa della Roma del 2018.

Football Affairs risveglio calcio italiano – cambia l’oligarchia europea

Ma qualcosa forse sta veramente cambiando, non solo nel perimetro delle squadre italiane, ma quanto più nei campionati europei, che vedono l’oligarchia instauratasi negli ultimi anni, governata da una manciata di club (Real Madrid, Manchester City, Chelsea, PSG, Liverpool e Bayern Monaco) subire qualche possibile “golpe”.

Il Napoli delle meraviglie di cui sopra che può ambire davvero alla fase finale del torneo, la cavalcata del Benfica e, per contro, l’eliminazione clamorosa dell’Atletico Madrid, o la “retrocessione” in Europa League di Barcellona e Juventus potrebbero riservare colpi di scena alle competizioni europee rispetto al recente passato.

Nell’appuntamento con il Football Affairs il direttore Luciano Mondellini passa in rassegna lo stato di salute dei club del Vecchio Continente in una stagione suggestiva e che sarà caratterizzata dal lungo break dei mondiali che potrebbe rimettere tutto in discussione nelle prime battute del 2023.

TUTTA LA SERIE A TIM È SOLO SU DAZN: 7 PARTITE IN ESCLUSIVA E 3 IN CO-ESCLUSIVA A GIORNATA. ATTIVA ORA

PrecedenteIl vicepresidente della Camera Rampelli (FDI): «San Siro non si può abbattere»
SuccessivoUdinese Lecce in streaming gratis? Guarda il match in diretta