Milan nuovi dirigenti
Casa Milan (Photo by MARCO BERTORELLO/AFP via Getty Images)

I ricavi del Milan nella stagione 2021/22 hanno raggiunto quota 297,6 milioni di euro. Una crescita di oltre 36 milioni rispetto all’esercizio precedente, chiuso a quota 261 milioni. Una spinta al fatturato al 30 giugno 2022 arriva però anche da un’operazione straordinaria: la vendita di Casa Milan, immobile sito in via Aldo Rossi a Milano e sede del club rossonero.

Casa Milan era stata inizialmente acquistata dal club rossonero a fine 2020. Un’operazione in linea con la strategia della società guidata all’epoca dal fondo Elliott, basata sul miglioramento dell’efficienza finanziaria del club. L’affare era stato concluso dopo che nel novembre del 2020 il Milan aveva costituito la newco (denominata Casa Milan Srl) destinata a rilevare l’immobile da Vittoria Assicurazioni, il precedente proprietario dell’edificio.

In base agli accordi con Vittoria Assicurazioni, il Milan aveva un’opzione di acquisto sull’immobile esercitabile entro il 31 dicembre 2020. Opzione che è stata esercitata, con il club rossonero che aveva quindi rilevato Casa Milan per 41,9 milioni di euro.

La rivendita dello stesso immobile è stata poi finalizzata nel dicembre del 2021, quando il Milan ha deciso di cedere la sede di via Aldo Rossi al «Comparto Uno del Fondo Inarcassa RE, fondo immobiliare gestito da Fabrica SGR ed interamente sottoscritto da Inarcassa (Cassa Nazionale di Previdenza ed Assistenza per gli Ingegneri ed Architetti Liberi Professionisti)», recitava una nota.

Dal momento in cui l’acquisto di Casa Milan era avvenuto a un prezzo inferiore ai valori di mercato dell’immobile, il Milan nel 2021 ha valutato diverse opportunità, fino ad arrivare all’accordo con il Fondo Inarcassa RE. L’affare – secondo quanto emerge dal bilancio 2022 – ha generato per il club rossonero una plusvalenza di 17,756 milioni di euro, inserita nella voce “altri ricavi”.

«La voce Ricavi e proventi diversi, pari a 31.015 migliaia di euro (20.097 migliaia di euro nell’esercizio 2020/2021), si riferiscono principalmente per 17.756 migliaia di euro (non presenti nel precedente esercizio) alla plusvalenza da alienazione immobilizzazioni a seguito dell’operazione di cessione dell’immobile “Casa Milan”, per 2.953 migliaia di euro (14.735 migliaia di euro nell’esercizio 2020/2021) per l’utilizzo, a vario titolo, del fondo rischi per oneri futuri stanziato nei bilanci chiusi in esercizi precedenti, nonché 8.203 migliaia di euro (3.123 migliaia di euro nell’esercizio 2020/2021) per sopravvenienze attive ed altri ricavi e proventi di natura residuale», spiega il bilancio del Milan.

PROVA DAZN. 7 GIORNI OFFERTI SE ATTIVI ENTRO IL 26 OTTOBRE. ATTIVA ORA

PrecedenteSala: «Stadio credo si farà ma serve abbattere San Siro»
SuccessivoCalvarese a CF: «Ecco quanto guadagna un arbitro in Champions League»