Argentina, attentato alla Kirchner: campionato sospeso

Tragedia sfiorata nella notte italiana. In Argentina, a Buenos Aires, la vicepresidente Cristina de Kirchner è scampata a un attentato. La donna è stata avvicinata da un uomo, un brasiliano…

Dove vedere River Boca Tv streaming

Tragedia sfiorata nella notte italiana. In Argentina, a Buenos Aires, la vicepresidente Cristina de Kirchner è scampata a un attentato. La donna è stata avvicinata da un uomo, un brasiliano di 35 anni residente da tempo in Argentina, il quale, dopo averle puntato la pistola alla tempia ha premuto il grilletto, ma il colpo non è partito.

L’attentato è stato ripreso dalle telecamere e diversi canali televisivi hanno trasmesso l’immagine di quest’uomo che si avvicina alla Kirchner e le punta una pistola alla testa. Lei si è abbassata e coperta il volto per proteggersi ma il colpo fortunatamente non è partito.

“Cristina è viva perché, per un motivo che non è ancora stato tecnicamente confermato, la pistola che aveva 5 proiettili in canna non ha sparato nonostante sia stato premuto il grilletto”, ha detto il presidente dell’Argentina, Alberto Fernandez. Stando al Corriere della Sera, che riporta di una perizia preliminare, la Bersa calibro 40 si sarebbe inceppata perché il caricatore era in cattivo stato.

L’aggressore è stato arrestato dalla polizia dopo essere stato bloccato dalla sicurezza della vicepresidente.

La Federcalcio argentina in seguito all’attentato ha deciso di sospendere tutte le partite di campionato. “La Federcalcio argentina esprime il suo più forte ripudio per ciò che è accaduto alla Vice Presidente della Nazione, Cristina Fernández de Kirchner. Chiediamo alla società nel suo insieme di avvertire che la violenza di qualsiasi ordine non è mai la soluzione”, si legge nel comunicato della Federazione albiceleste.