Classifica tifosi Serie A
(Foto: Pier Marco Tacca/Getty Images)

Classifica tifosi Serie A – I venti club che partecipano alla Serie A di calcio, alla fine della stagione 2021/2022, hanno complessivamente 24 milioni e 562 mila tifosi, lo 0,16% in meno rispetto alla stagione precedente. Per numero di fan, è sempre la Juventus a farla da padrone: sono 8 milioni e 56 mila i sostenitori dei bianconeri. I dati emergono dalla ricerca periodica multicliente Sponsor Value di StageUp e Ipsos, nata nella stagione sportiva 2000/2001 e considerata l’auditel degli eventi sportivi e spettacolistici italiani.

Nel 2018/2019, ultima stagione pre-pandemica, i tifosi erano 25 milioni e 234 mila. Dopo due stagioni, nel 2020/2021, erano calati del -2,5%, attestandosi a quota 24 milioni e 602 mila. La rilevazione al termine della stagione 2021/2022, come detto, evidenzia un ulteriore calo dello 0,16%. La media per club è di 1 milione e 228 mila.

Classifica tifosi Serie A, i numeri

Per quanto riguarda i singoli club, la Juventus è ancora la squadra più amata del calcio Made in Italy: sono infatti 8 milioni e 56 mila i tifosi della Vecchia Signora. Il Milan campione d’Italia, che nell’ultimo biennio ha recuperato quasi mezzo milione di tifosi con un incremento del +13%, raggiunge quota 4 milioni e 167 mila; l’Inter è sostanzialmente stabile a 3,9 milioni. Queste tre squadre, da sole, valgono circa il 67% dei tifosi in Italia.  A seguire, Napoli (2,6 milioni) e Roma (1,8 milioni), club che chiude il quintetto delle “big”, che, da sole, assommano l’84% dei tifosi in Italia.

Tra i club con i maggiori incrementi del bacino di tifo si segnalano la Fiorentina + 10% (con 621 mila sostenitori), il Torino +8% (con 450 mila) l’Udinese +16% (179 mila). Tra le società in calo di seguito, emergono l’Atalanta -10% (314 mila) dopo i forti incrementi dei 2 campionati precedenti e il Bologna -9% (310 mila).

Classifica tifosi Serie A, la graduatoria

  • Juventus: 8.056.000;
  • Milan: 4.167.000;
  • Inter: 3.919.000;
  • Napoli: 2.636.000;
  • Roma: 1.818.000;
  • Fiorentina: 621.000;
  • Lazio: 520.000;
  • Torino: 450.000;
  • Atalanta: 314.000;
  • Bologna: 310.000;
  • Sampdoria: 242.000;
  • Hellas Verona: 196.000;
  • Monza: 190.000;
  • Lecce: 180.000;
  • Udinese: 179.000;
  • Salernitana: 135.000;
  • Sassuolo: 77.000;
  • Cremonese: 67.000;
  • Spezia: 67.000;
  • Empoli: 48.000.

“Il calcio è sempre lo sport nazionale, ma, al di là degli assestamenti dell’ultimo triennio, legati anche alle conseguenze del Covid, la quota dei 25 milioni di tifosi non sembra superabile: questo avviene anche per ragioni demografiche, con una popolazione ormai stabile di 60 milioni, con natalità bassissima, e nuove generazioni che faticano ad appassionarsi in assenza di politiche attive a loro dedicate. I club per aumentare i risultati e, di conseguenza, la passione e il tifo si sono storicamente legati all’arrivo di grandi nomi come, ad esempio, Cristiano Ronaldo, e non a un approccio strategico che mirasse a consolidare l’affezione del pubblico ai club e a far appassionare le generazioni Y e Z. Conquistare i giovani con politiche dedicate soprattutto in termini di comunicazione è l’unico modo per rilanciare e, nel lungo periodo, mantenere il mercato interno, ha commentato Giovanni Palazzi, Presidente di StageUp.

TUTTA LA SERIE A TIM È SOLO SU DAZN: 7 PARTITE IN ESCLUSIVA E 3 IN CO-ESCLUSIVA A GIORNATA. ATTIVA ORA. DISDICI QUANDO VUOI

PrecedenteMilan, nuova partnership in vista con Off-White
SuccessivoVasco da Gama, approvata la cessione a 777 Partners