Clivense obiettivo Serie A

Prosegue spedito il progetto di FC Clivense, il primo club italiano a fondarsi fin dalla nascita su una campagna di equity crowdfunding. La società – spiega Il Sole 24 Ore in un approfondimento – il mese scorso ha chiuso la raccolta fondi, raccontata passo per passo anche da Calcio e Finanza, aperta lo scorso 27 aprile con l’obiettivo minimo di raggiungere i 150mila euro.

Traguardo raggiunto e superato nel giro di poche ore, tanto che al termine del 21 giugno è stata sfiorata la cifra di 741mila euro, attraverso 716 sottoscrizioni, con un investimento minimo di 250 euro. L’aumento di capitale in corso proseguirà invece per tutto il 2022. FC Clivense è la società di calcio veronese iscritta al campionato dilettanti di terza categoria e guidata da Sergio Pellissier, storica bandiera del Chievo Verona.

Con lui anche Enzo Zanin, manager ed ex portiere della stessa squadra. Zanin e Pellissier l’hanno fondata nell’agosto di un anno fa, puntando a un progetto di “smart football hub”, condiviso e partecipato. Per mettere a terra l’idea si sono affidati a Phoenix Capital Iniziative di Sviluppo, polo di consulenza finanziaria e manageriale e di servizi IT.

La società si è fatta carico dell’impianto industriale del progetto sportivo, il quale punta a far rientrare il club nelle prime 20 squadre in Italia entro la fine del 2029, con l’approdo in serie C tra due anni e in B nei prossimi cinque, entro il 2027. FC Clivense già ora dunque “partecipa” a 716 investitori le quote della società.

«Siamo diventati un caso di studio: ogni tifoso clivense può andare allo stadio sentendosi davvero parte della “sua” squadra», afferma Pellissier. «Abbiamo portato l’innovazione di un calcio partecipato», ha aggiunto Zanin.

«FC Clivense è un esempio di vero azionariato diffuso. Con l’equity crowdfunding abbiamo permesso a tutti di partecipare e tutti gli investitori fanno parte del capitale in un sistema di condivisione e corresponsabilità. Un unicum per una società partita dalla terza categoria che ha posto principi di apertura, inclusione sociale, sostenibilità economica, attenzione ai giovani e responsabilità sociale verso il territorio, in linea con l’Agenda 2030 per lo Sviluppo sostenibile», spiega Giulio Fezzi, presidente di Phoenix Capital e project leader di Clivense.

Al progetto Clivense ha collaborato uno staff articolato di professionisti e società: oltre a Fezzi, NextGen Spa, advisor finanziario, Alberto Medici, manager di Phoenix Capital ed esperto di football business, e Farina Consulting.

SCOPRI IL CALCIO SU TIMVISION. LA SERIE A DI DAZN E LA CHAMPIONS DI INFINITY+ A 19,99 EURO AL MESE PER TUTTO IL 2022/23. ABBONATI ENTRO IL 30 LUGLIO. IL PRIMO MESE E’ GRATIS

PrecedenteLite Juric-Vagnati, video di un giocatore: poi diffuso all’esterno
SuccessivoLaporta: «Critiche dal Bayern? Guardino il conto corrente»