Massimo Bochicchio morto
(copyright: Insidefoto)

E’ morto nella giornata di ieri Massimo Bochicchio. Il broker, 56 anni, ricordato per essere stato accusato di truffa nei confronti di personaggi noti come Antonio Conte, Marcello Lippi e Stephan El Sharaawy, se n’è andato in una manciata di secondi lungo la via Salaria, a Roma, a seguito di un incidente stradale.

Bochicchio avrebbe perso il controllo della moto che stava guidando, finendo contro un muro. L’impatto – secondo le ricostruzioni – avrebbe causato un’esplosione e il rogo ha avvolto il guidatore mentre era ancora alla guida del mezzo, anche se le testimonianze dei presenti potrebbero rimescolare questa concatenazione di fatti.

Bochicchio, che stamani avrebbe dovuto assistere alla terza udienza del suo processo nelle aule di piazzale Clodio, era ancora agli arresti domiciliari. Diabetico, aveva ottenuto un’autorizzazione da parte del giudice per poter effettuare visite e controlli medici, ma non è chiaro se fosse questo il caso. Imputato per esercizio abusivo dell’attività finanziaria e riciclaggio, Bochicchio – scrive Il Corriere della Sera – era tuttora sotto osservazione.

Le indagini nei suoi confronti non si erano interrotte con l’avvio del processo. Ulteriori elementi, portati dalle parti offese erano in via di valutazione. Bochicchio avrebbe potuto essere nuovamente arrestato. L’uomo era accusato di aver portato via ai suoi clienti oltre 300 milioni di euro.

Oggi la Procura potrebbe aprire un’inchiesta per appurare con certezza i contorni della sua morte e capire se, in seguito alle perdite milionarie di alcuni clienti (in 34 lo hanno denunciato), vi siano state pressioni psicologiche e ritorsioni.

SCOPRI L’OFFERTA DI SKY SMART: SKY TV E SKY SPORT A 30,90 EURO AL MESE PER 18 MESI. IN REGALO UN E-SCOOTER V25 VIVO CLICCA QUI E COMPILA IL FORM SUL SITO DI SKY PER I DETTAGLI

PrecedenteSan Siro, il Comune taglia lo sconto Covid a Inter e Milan
SuccessivoCasini: «La Serie A deve diventare media company»