(Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

La prima sezione della Corte sportiva d’appello nazionale presieduta da Carmine Volpe ha accolto il reclamo d’urgenza dello Spezia, annullando la giornata di squalifica inflitta a Ivan Provedel.

Il portiere del club ligure era stato sanzionato dal giudice sportivo su segnalazione della Procura federale per aver pronunciato un’espressione blasfema in occasione della gara con la Lazio dello scorso 30 aprile valida per la 16/a giornata di ritorno del campionato di Serie A.

Comminando la giornata di squalifica ora annullata, il Giudice Sportivo aveva spiegato in una nota: «Il Giudice Sportivo, ricevuta dalla Procura federale rituale segnalazione ex art. 61, comma 3 CGS (a mezzo e-mail pervenuta alle ore 9.43 del 2 maggio 2022) in merito alla condotta del calciatore Ivan Provedel (Soc. Spezia) consistente nell’aver pronunciato un’espressione blasfema al 9° del secondo tempo; acquisite ed esaminate le relative immagini televisive, di piena garanzia tecnica e documentale; considerato che il calciatore in questione è stato chiaramente inquadrato dalle riprese televisive mentre proferiva un’espressione blasfema, individuabile senza margini di ragionevole dubbio, e che, pertanto, tale comportamento, deve essere sanzionato ai sensi dell’art. 37, comma 1, lett. a) CGS, e della richiamata normativa sulla prova televisiva; P.Q.M. delibera di sanzionare il calciatore calciatore Ivan Provedel (Soc. Spezia) con la squalifica per una giornata effettiva di gara».

TUTTA LA SERIE A TIM È SOLO SU DAZN: 7 PARTITE IN ESCLUSIVA E 3 IN CO-ESCLUSIVA A GIORNATA. 29,99 EURO/MESE. ATTIVA ORA. DISDICI QUANDO VUOI