Classifica sponsor di maglia Europa
(Foto: MARCO BERTORELLO/AFP via Getty Images)

Classifica sponsor di maglia Europa – E’ notizia di oggi che l’Atletico Madrid ha sottoscritto un nuovo accordo di sponsorizzazione con la piattaforma di trading di criptovalute WhaleFin: 42 milioni di euro all’anno per le prossime cinque stagioni. Il nuovo accordo triplica sostanzialmente quello siglato con Plus500 per gli ultimi anni, dato che le stime indicavano una cifra tra i 15 e i 17 milioni di euro a stagione.

Nonostante sia il più grande contratto di sponsorizzazione della storia dei Colchoneros, le cifre si avvicinano solamente a quelle percepite dagli altri top club europei. Tra Premier League, Liga, Serie A e Bundesliga, le società più importanti incassano cifra che arrivano fino a 80 milioni di euro a stagione, come nel caso del Manchester City.

Classifica sponsor di maglia Europa – Il podio

Considerando solamente il main sponsor sulla divisa da gioco, Calcio e Finanza ha fatto il punto sui contratti di sponsorizzazione più ricchi tra i club europei. Il Manchester City la fa da padrone: i Citizens incassano 67,5 milioni di sterline all’anno (circa 80 milioni di euro con il cambio attuale) dallo sponsor Etihad, anche se nell’accordo dovrebbe rientrare pure la sponsorizzazione dello stadio di casa, l’Etihad Stadium.

Al secondo posto di questa speciale classifica si colloca il Real Madrid: Emirates, infatti, paga 70 milioni di euro all’anno per apparire sulla maglia delle Merengues. Il contratto con la compagnia aerea scadrà il 30 giugno 2022, ma sono già iniziati i colloqui per il rinnovo e il nuovo accordo potrebbe essere anche siglato al rialzo.

Il Paris Saint Germain, invece, è terzo: il rapporto con Accor, uno dei principali gruppi alberghieri francesi a livello mondiale, frutta 60 milioni di euro annui. Come riportato da L’Èquipe nelle scorse settimane, a partire dalla prossima stagione dovrebbe terminare il rapporto tra le due parti. Lo sponsor che andrà a sostituire Accor potrebbe essere Qatar Airways con cui il Paris Saint-Germain ha intavolato delle trattative. Per la compagnia aerea del Qatar si tratterebbe di un ritorno visto che il suo marchio era già apparso sulle divise della squadra da febbraio 2020, e dovrebbe versare nelle casse del club presieduto da Nasser Al-Khelaifi una cifra simile a quella che pagava Accor, perciò tra i 60 ed i 70 milioni di euro.

Classifica sponsor di maglia Europa – Gli altri top club

Tra le società in classifica troviamo anche il Barcellona, che ha siglato un accordo con Spotify, noto servizio di streaming di musica in abbonamento. A partire dalla stagione 2022/23 e per le prossime quattro stagioni, Spotify apparirà sullo spazio frontale delle maglie delle prime squadre maschile e femminile. Nel dettaglio, stando a quanto svelato dal portale specializzato 2Playbook, il colosso svedese dovrebbe versare 57,5 milioni di euro a stagione per la sponsorizzazione (Rakuten versava 55 milioni annui) più ulteriori 5 milioni per affiancare il proprio nome a quello del Camp Nou, che cambierà nome e verrà ribattezzato Spotify Camp Nou.

Il Manchester United, invece, ha sottoscritto un contratto di sponsorizzazione con Teamviewer. L’azienda che si occupa della creazione di software per la condivisione dei desktop a distanza versa 55 milioni di euro (al cambio attuale) a stagione ai Red Devils, una cifra inferiore rispetto al precedente accordo con Chevrolet (che versava oltre 74 milioni a stagione). Stesso sponsor del Real Madrid, ma cifre diverse per l’Arsenal: il club di Londra guadagna 47,5 milioni di euro dalla compagnia area con sede a Dubai.

Rimanendo in Inghilterra, il Liverpool percepisce 47,5 milioni di euro (40 milioni di sterline) da Standard Chartered, ma i Reds sono alla ricerca di un nuovo sponsor che possa portare più soldi al club che gioca le sue gare interne ad Anfield. Stessa cifra per il Tottenham, che ha rinnovato nel 2019 il proprio accordo con la compagnia assicurativa AIA, fino alla stagione 2026/2027.

Il Bayern Monaco è al lavoro per prolungare il suo accordo con la compagnia tedesca Deutsche Telekom. Il rapporto tra i bavaresi e la società di telecomunicazioni tedesca prosegue dal 2002 e frutta 45 milioni a stagione alla società. Secondo le indiscrezioni, questa somma dovrebbe crescer fino a raggiungere i 50 milioni annui, un aumento di oltre il 10% del valore dell’intesa, con scadenza fissata a giugno 2026.

Il Chelsea continuerà a indossare magliette sponsorizzate dall’operatore di telefonia mobile 3. La compagna telefonica, subito dopo che il governo britannico ha sanzionato l’ormai ex patron del Chelsea Roman Abramovich, ha annunciato la sospensione del proprio accordo da 40 milioni di sterline all’anno con il club di Stamford Bridge, richiedendo anche la rimozione del proprio marchio dalle divise dei Blues, ma per il momento il brand continua ad apparire sulle divise da gioco.

Chiude questa speciale classifica proprio l’Atletico Madrid, grazie all’imminente accordo con Whalefin, brand che apparirà sul fronte della maglia dei Colchoneros e bloccherà la maggior parte dei diritti legati alla blockchain tra il 2022/23 e il 2026/27.

Classifica sponsor di maglia Europa – Le società italiane

Guardando ai club italiani, notiamo come le altre società di Serie A siano ancora molto lontane dalla Juventus e dai vertici in generale. Il club controllato da Exor – la holding della famiglia Agnelli-Elkann – ha rinnovato il suo contratto con Jeep a dicembre 2020, sulla base di 45 milioni di euro a stagione.

L’Inter, invece, a partire dalla prossima stagione, passerà dall’attuale partnership con Socios dal valore di 16 milioni di euro all’anno, a quella con DigitalBits, già oggi sponsor di manica della società. L’accordo quadriennale dal 2021/22 al 2024/25 vale complessivamente 85 milioni più bonus legati alle performance sportive.

Il Milan, infine, guadagna circa 10 milioni di euro a stagione da Emirates. La società di via Aldo Rossi ha rinnovato a luglio 2020 l’accordo con la compagnia area a cifre inferiori rispetto ai 14 milioni di euro all’anno percepiti fino al rinnovo. La nuova intesa ha consentito però al Milan di ospitare nuovi brand, motivo per cui il club ha siglato un accordo con BitMEX, diventato il primo sponsor sulla maglia della maglia del Milan nella storia, che vale 5 milioni euro annui, e con WeFox, diventato sponsor di retro maglia, che vale circa 6-8 milioni di euro a stagione.

Classifica sponsor di maglia Europa – La graduatoria completa

Questa la classifica dei ricavi da sponsor di maglia, considerando solamente i brand che appaiono sullo spazio frontale della divisa da gioco:

  1. Manchester City – Etihad: 80 milioni di euro a stagione
  2. Real Madrid – Emirates: 70 milioni di euro a stagione
  3. Psg – All: 60 milioni di euro a stagione
  4. Barcellona – Spotify: 57.5 milioni di euro a stagione (più 5 milioni per i naming rights)
  5. Manchester United – Teamviewer: 55 milioni di euro a stagione
  6. Arsenal – Emirates: 47,5 milioni di euro a stagione
  7. Liverpool – Standard Chartered: 47,5 milioni di euro a stagione
  8. Tottenham – AIA: 47,5 milioni di euro a stagione
  9. Bayern Monaco – Deutsche Telekom: 45 milioni di euro a stagione
  10. Juventus – Jeep: 45 milioni di euro a stagione
  11. Chelsea – Three: 44,5 milioni di euro a stagione
  12. Atletico Madrid – WhaleFin: 42 milioni di euro a stagione

TUTTA LA SERIE A TIM È SOLO SU DAZN: 7 PARTITE IN ESCLUSIVA E 3 IN CO-ESCLUSIVA A GIORNATA. 29,99 EURO/MESE. ATTIVA ORA. DISDICI QUANDO VUOI