Il ct della Russia Valery Karpin con Alexander Dyukov (Photo by KIRILL KUDRYAVTSEV/AFP via Getty Images)

Il governo britannico ha sanzionato il membro del comitato esecutivo UEFA Alexander Dyukov, amministratore delegato del produttore petrolifero statale a maggioranza GazpromNeft nonché presidente della federcalcio russa. Fa parte dell’azione contro le industrie che il governo sostiene che «usa Putin per sostenere la sua economia di guerra».

Dyukov è diventato membro del Comitato Esecutivo della Federcalcio russa (FUR) nel 2014 e ha guidato il comitato dei programmi di sviluppo, prendendo parte alla costruzione di una strategia per lo sviluppo del calcio russo fino al 2030. Inoltre, è stato eletto membro del Comitato Esecutivo UEFA nell’aprile del 2021.

Il governo britannico ha annunciato il quinto pacchetto di sanzioni ai danni della Russia, in seguito all’invasione russa in Ucraina, attraverso un comunicato pubblicato sul sito ufficiale: «A seguito di ulteriori segnalazioni di ripugnanti attacchi contro i civili in Ucraina questa settimana, il ministro degli Esteri ha annunciato oggi (mercoledì 6 aprile) un significativo aumento delle sanzioni del Regno Unito contro la Russia. Come voce di spicco che chiede un’azione internazionale, il quinto pacchetto di misure del Regno Unito taglierà i settori chiave dell’economia russa e porrà fine alla nostra dipendenza dall’energia russa». 

Le sanzioni comprendono, tra gli altri, «Aleksander Dyukov, CEO del terzo produttore petrolifero statale più grande e maggioritario della Russia, GazpromNeft».

TUTTA LA SERIE A TIM È SOLO SU DAZN: 7 PARTITE IN ESCLUSIVA E 3 IN CO-ESCLUSIVA A GIORNATA. 29,99 EURO/MESE. ATTIVA ORA. DISDICI QUANDO VUOI

PrecedenteLa proprietà del Genoa pronta ad acquisire il Red Star Paris
SuccessivoDella Valle, vantaggioso essere comprati da Lvmh