Serie A canale Lega
(Image credit: Depositphotos)

E’ sempre più vicina la fusione tra Discovery e WarnerMedia, con la nascita di Warner Bros. Discovery. Lo riporta ItaliaOggi, sottolineando le parole di David Zaslav, presidente e ceo di Discovery e numero uno della nuova società, il quale ha detto che la nuova società dovrebbe nascere «nel corso del secondo trimestre, tra aprile e giugno di quest’ anno, dopo la riunione dei soci che è fissata per l’11 marzo».

Compito prioritario del nuovo colosso da 52 miliardi di dollari di ricavi stimati nel 2023 sarà quello di «competere con i big dello streaming, con Disney+, con Netflix, anche perché abbiamo un sacco di proprietà intellettuali, di brand, molto identificabili e molto più larghi, come target, rispetto a Disney. E possiamo contare su una library più vasta di Netflix», aggiunge Zaslav.

In poche parole, ai 221,8 milioni di abbonati Netflix, ai 196,4 milioni dei servizi in streaming del gruppo Disney e ai 56,1 milioni del gruppo Paramount, stanno per aggiungersi i 22 milioni di Discovery+, sommati a quelli di Hbo Max (stimati in 43,3 milioni). «Ma la competizione non significherà vincere la gara di chi spende di più per la produzione di contenuti originali. Discovery nel 2021 ha speso quattro miliardi di dollari per la produzione di contenuti originali. Siamo già vicini al picco. Noi dovremo fare investimenti per crescere in maniera significativa, ma in modo sostenibile e intelligente».

Obiettivo da raggiungere sfruttando al massimo le potenzialità di brand, lato Discovery, come Discovery channel, Hgtv, Food network, TLC, Investigation Discovery, Travel channel, Animal planet, Oprah Winfrey Network, Eurosport, da affiancare a brand, lato Warner, come Dc Comics, Looney Tunes, Hbo, Warner Bros. o Cnn.

Image creditDepositphotos

ISCRIVITI AD AMAZON PRIME VIDEO E PROVALO GRATIS PER 30 GIORNI. CLICCA QUI PER REGISTRARTI

IMPORTANTE: In qualità di Affiliato Amazon, Calcio e Finanza riceve un guadagno dagli acquisti idonei. Calcio e Finanza riceve una commissione per ogni utente, con diritto di usufruire del periodo gratuito di 30 giorni di Amazon Prime, che da www.calcioefinanza.it si iscrive a Prime attraverso PrimeVideo.com. Registrandoti ad Amazon Prime Video attraverso il precedente link puoi pertanto contribuire a sostenere il progetto editoriale di Calcio e Finanza. Grazie.

PrecedenteLa finale di Champions League si giocherà a Parigi
SuccessivoTaiwan denuncia l’incursione di 9 caccia militari cinesi