Ibrahimovic Donnarumma
(Foto: MIGUEL MEDINA/AFP via Getty Images)

L’attaccante del Milan Zlatan Ibrahimovic ha rilasciato una lunga intervista al quotidiano L’Equipe, durante la quale è tornato a parlare della sua esperienza al Paris Saint-Germain, ma anche di alcuni calciatori che militano attualmente nel club parigino, tra i quali l’ex compagno di squadra Gianluigi Donnarumma.

«Ho lavorato tutti i giorni e sono fiero di quello che ho fatto al PSG. Ogni giorno, il club diventa sempre più grande e posso dire che anche io ho dato la mia parte, portando ciò che avevo imparato alla Juventus e al Milan. Non mi sono adattato io al PSG, è stato l’inverso. Il club quando mi prese voleva raggiungere il livello più alto, ma c’era tanto su cui lavorare. Sono orgoglioso di dire a me stesso che ero lì all’inizio, vedendo dove sono arrivati oggi», le parole dell’attaccante svedese.

Proprio al PSG, oggi, gioca il suo ex compagno Donnarumma: «È il più forte del mondo e basta. Non c’è da discutere. Ho giocato con lui, so cosa sto dicendo». Ma Zlatan si è soffermato anche sul futuro di Kylian Mbappè, forte attaccante della Francia il cui contratto con il Paris Saint-Germain scadrà a breve e che potrebbe decidere di migrare altrove.

«Dipende cosa vuole e cosa pensa. Io al Real Madrid ci sarei andato, ma se fossi un dirigente del PSG cercherei di trattenerlo. Solo lui deciderà. Mbappé me lo ha chiesto e io gli ho detto: “Al tuo posto andrei al Real”. Ho giocato in diversi paesi ed è così che sono cresciuto. Se resti sempre nel giardino di casa è più facile. Se vai in quelli degli altri è un’avventura…», ha concluso.

TUTTA LA SERIE A TIM È SOLO SU DAZN: 7 PARTITE IN ESCLUSIVA E 3 IN CO-ESCLUSIVA A GIORNATA. 29,99 EURO/MESE. ATTIVA ORA. DISDICI QUANDO VUOI

PrecedenteJuric sul Torino: «Il club ha problemi economici»
SuccessivoSerie A, Cagliari-Fiorentina in streaming: dove vedere la gara in diretta