Le proteste del ct della Tunisia con l'arbitro Janny Sikazwe (Photo by ISSOUF SANOGO/AFP via Getty Images)

La Confederazione calcistica africana ha omologato il risultato di Tunisia-Mali, partita valida per la fase a gironi della Coppa d’Africa e conclusa sull’1-0 per i maliani. La partita, disputata l’altro ieri, è stata chiusa dall’arbitro zambiano Janny Sikazwe all’85’.

Successivamente, dopo essersi reso conto dell’errore, il giudice di gara ha fatto riprendere il gioco, fischiando la fine questa volta all’89’. In seguito l’arbitro ha tentato di far riprendere nuovamente la partita, ma i giocatori della Tunisia si sono rifiutati di rientrare in campo. La loro Federcalcio ha presentato ricorso ufficiale che la Confederazione africana ha rigettato.

“Dopo aver esaminato la protesta della Tunisia e tutti i verbali degli ufficiali di gara, il Comitato organizzatore ha deciso di: 1) Respingere la protesta presentata dalla squadra tunisina. 2) Omologare il risultato della partita come 1-0 a favore del Mali”, si legge in una nota.

TUTTA LA SERIE A TIM È SOLO SU DAZN: 7 PARTITE IN ESCLUSIVA E 3 IN CO-ESCLUSIVA A GIORNATA. 29,99 EURO/MESE. ATTIVA ORA. DISDICI QUANDO VUOI