Volkswagen Uefa

Secondo l’autorevole quotidiano tedesco Frankfurter Allgemeine Zeitung (FAZ), il Gruppo Volkswagen sta pensando di far entrare in Formula Uno i due brand Porsche e Audi, entrambi nel portafoglio del gigante di Wolfsburg.

Un ingresso nel mondo della F1 comporterebbe un elevato costo, ma darebbe ai due marchi una maggiore esposizione al marketing nei principali mercati asiatici tra cui la Cina e ad un pubblico in crescita negli Stati Uniti.

Sia il CEO di Audi Markus Duesmann che il capo di Porsche Oliver Blume sono desiderosi che i loro marchi si uniscano alla competizione, ha detto il giornale.

Il capo della F1 Stefano Domenicali, ex dirigente del Gruppo VW e capo del suo marchio di supercar Lamborghini, sta facendo pressione sul consiglio di amministrazione della casa automobilistica in modo da poter concludere lucrosi contratti di marketing televisivo.

Il consiglio di sorveglianza del Gruppo VW discuterà la questione alla fine di febbraio, ha detto FAZ, aggiungendo che il CEO del gruppo Herbert Diess è stato a lungo considerato un sostenitore dell’ingresso in F1.

La serie di corse si sta muovendo per diventare CO2-neutral dal 2026 in poi, utilizzando propulsori elettrificati e carburanti sintetici. Audi e Porsche vogliono sviluppare congiuntamente un propulsore di F1 per risparmiare sui costi.

I costi di gestione per un team di F1 di alto livello possono facilmente superare diverse centinaia di milioni di euro a stagione, e solo una parte di quell’investimento viene restituita sotto forma di denaro di sponsorizzazione.

Il rapporto afferma che le trattative con i team McLaren e Red Bull sono in fase avanzata. Un’offerta di acquisto che comporterebbe una collaborazione McLaren-Audi e una Porsche-Red Bull.

Il team McLaren F1 utilizza attualmente motori Mercedes-Benz.

In un’intervista con Auto Bild Motorsport all’inizio di questo mese, Domenicali ha fatto aperture positive al Gruppo VW: “Penso che abbiamo un mese importante davanti a noi in termini di decisione del Gruppo Volkswagen”, ha detto. “Essere coinvolto sarebbe fantastico, ma non posso parlare a nome di VW. Ho fatto parte di questo incredibile gruppo per alcuni anni e so quanto stiano lavorando duramente per il futuro”.