De Ligt impatto bilancio Juventus
(Foto: Catherine Ivill/Getty Images)

A due anni dal suo passaggio in pompa magna alla Juventus dall’Ajax, il nome di Matthijs de Ligt torna ad essere al centro del calciomercato. Stando a quanto riportato da La Gazzetta dello Sport, il Barcellona avrebbe messo gli occhi sul giovane centrale di difesa olandese per il mercato estivo. I catalani sono alla ricerca di un difensore per il futuro, motivo per il quale de Ligt è finito in cima alla lista.

Una scena che riporta alla mente il 2019, quando al termine della stagione che vide l’Ajax sfiorare la finale di Champions il club blaugrana mise gli occhi su de Jong – poi effettivamente acquistato – e appunto su de Ligt, con la Juventus che riuscì però a superare la concorrenza del Barça mettendo sul piatto 75 milioni di euro pagabili in cinque anni e oneri accessori per 10,5 milioni. Totale: 85,5 milioni e contratto quinquennale da 8 milioni netti (ammorbiditi al lordo dal Decreto Crescita).

De Ligt impatto bilancio Juventus – Dall’Ajax al bianconero

In quell’accordo – scrive La Gazzetta – fu prevista una clausola da 125 milioni di euro, valida per qualunque club si accordi col giocatore. Negli ultimi giorni si è parlato di una clausola “speciale” ridotta, da 75 milioni, valida soltanto per il Barcellona, che però non risulterebbe essere inserita nell’intesa che nel 2019 il calciatore e i bianconeri.

A prescindere dal fatto che un’operazione di questa portata possa o meno concretizzarsi – ci sono diverse valutazioni da fare, a cominciare dall’effettiva possibilità del Barcellona di imbarcarsi in un affare così oneroso dopo quello di Ferran Torres – è interessante capire come il trasferimento andrebbe a impattare sui conti della Juventus, e quale cifra servirebbe ai bianconeri per non fare registrare una minusvalenza.

De Ligt impatto bilancio Juventus – Il valore netto

Partendo dai dati certi che abbiamo a disposizione, dal bilancio chiuso al 30 giugno 2021 si evince come il costo storico di de Ligt sia pari 85.701.000 euro. Dopo due stagioni, il valore netto del calciatore era sceso a 51.882.000 euro, con quasi 34 milioni di euro già presenti nel fondo ammortamenti e svalutazioni. Trascorsa anche questa stagione, al 30 giugno 2022 il valore di carico sarà ulteriormente calato a 34.588.000 euro.

Questa è la cifra minima che la Juventus dovrebbe incassare per evitare una minusvalenza. Cifra che appare assolutamente alla portata per un ottimo prospetto come de Ligt, le cui qualità sono evidenti nonostante qualche difficoltà accentuata anche dal contesto bianconero delle ultime stagioni.

De Ligt impatto bilancio Juventus – La potenziale plusvalenza

E se il Barcellona decidesse di pagare la clausola rescissoria? Con un investimento di 125 milioni di euro, la plusvalenza per la Juventus ammonterebbe a circa 90,4 milioni di euro, mentre nel caso in cui – per ipotesi – dovesse essere confermata la presenza di una soglia a 75 milioni per i blaugrana, l’eventuale plusvalenza sarebbe pari a circa 40,4 milioni di euro.

Inoltre, rispetto al bilancio 2021/22, la Juventus andrebbe a risparmiare sul bilancio della stagione 2022/23 lo stipendio del difensore, che – assumendo sia ancora fermo a 8 milioni di euro netti – significherebbe un peso inferiore sul monte ingaggi per 10,48 milioni di euro.

Tutta la Serie A TIM è solo su DAZN: 7 partite in esclusiva e 3 in co-esclusiva a giornata. 29,99 euro/mese. Attiva Ora. Disdici quando vuoi