Il progetto del nuovo Camp Nou (foto fcbarcelona.com)

Sono saliti a 1,7 miliardi di euro complessivi i costi che Real Madrid e Barcellona dovranno sostenere per ristrutturare, rispettivamente, lo stadio Santiago Bernabeu e il Camp Nou. Costi in forte aumento rispetto alle stime iniziali di entrambi i club spagnoli.

Nelle scorse settimane, l’assemblea dei soci blaugrana ha dato il via libera ad una operazione di finanziamento per l’operazione Espai Barça, che prevede anche il rifacimento del Palau Blaugrana, il palazzetto utilizzato in particolare dalla squadra di basket. Il finanziamento prevede un investimento stimato fino a 1,5 miliardi di euro, che avrà un tasso di interesse di mercato e un rendimento a 35 anni Questi 1,5 miliardi saranno distribuiti così:

  • come 900 milioni per il nuovo Camp Nou;
  • 420 milioni per il nuovo Palau Blaugrana;
  • 100 milioni per lo sviluppo dei dintorni e del Campus Barça;
  • 60 milioni per gli investimenti concordati nel MPGM (Modifica Generale Metropolitan Plan);
  • 20 milioni per eventuali migliorie all’Estadi Johan Cruyff.

Spese tuttavia fortemente in crescita rispetto al piano iniziale, che prevedeva un esborso complessivo di 600 milioni, di cui 420 milioni per il Camp Nou: per il solo impianto, quindi, la cifra è più che raddoppiata nel corso degli anni.

Laporta ha spiegato, durante l’assemblea dei soci, che il progetto “si ripagherà da solo, non costerà soldi ai soci, non rappresenterà alcuna spesa ordinaria, né comprometterà il patrimonio o i piani sportivi del club. Abbiamo cercato finanziamenti all’interno di questi parametri, con una struttura che assicura che queste linee non vengano attraversate”.

Una situazione simile a quella del Real Madrid, considerando che nei giorni scorsi è emersa l’indiscrezione, rilanciata da Reuters, che il club della capitale stia lavorando per un secondo finanziamento da Jp Morgan per ulteriori 225 milioni di euro per la ristrutturazione (in corso) del Bernabeu, in aggiunta ai primi 575 milioni di finanziamento già accordato prima del via ai lavori. Con costi che così si apprestano a superare gli 800 milioni di euro per il progetto che dovrebbe vedere la luce definitivamente nel 2022.

Scopri TIMVISION Gold con tutto Netflix, Disney+, DAZN con tutta la Serie A TIM, Infinity+ con la UEFA Champions League. Clicca qui, compila il form e ricevi maggiori informazioni

PrecedenteFlorentino Perez: «Superlega è libertà, Uefa falsa e Ceferin inaccettabile»
SuccessivoInter, le prime indiscrezioni sulla terza maglia 2022/23