Champions League sorteggio in streaming
(Foto: Catherine Ivill/Getty Images)

Mancano due partite alla fine della fase a gironi di Champions League, Europa League e Conference League. Al momento, delle nostre sette squadre impegnate nelle tre competizioni solo una, la Juventus, è certa di passare il turno. Tutte le altre vivono una situazione di incertezza. Il Milan, tra tutte, è quella che sembra avere meno possibilità di passare. Il passaggio del turno è vitale non solo per il lato sportivo, ma, soprattutto, per quello economico. Superare i gironi delle tre competizioni, infatti, comporta benefici non indiferenti. Vediamo di quantificarli, squadra per squadra secondo un’analisi realizzata da Calciomagazine.net, quotidiano sportivo specializzato nelle dirette delle partite dicalcio.

Champions League: quanto hanno guadagnato finora le italiane

La sola partecipazione alla fase a gironi della Champions League ha fatto guadagnare a Inter, Milan, Atalanta e Juventus, la cifra di 15,64 milioni di euro a testa. A questa parte, uguale per tutti, va aggiunta quella legata ai risultati fin qui ottenuti da ognuna delle quattro squadre nelle quattro gare disputate.

La Uefa, infatti, assegna 930.000 euro ad ogni pareggio e 2.800.000 euro ad ogni vittoria nella fase a gironi. Ciò signifca, che, di soli risultati sportivi, la Juve ha incassato finora 11.200.000 euro contro i 6.530.000 dell’Inter, i 4.660.000 dell’Atalanta e gli appena 930.000 del Milan.

Vi è un’altra somma da tenere in considerazione ed è quella determinata dal Ranking storico, ovvero, quello che tiene conto dei risultati europei degli ultimi dieci anni. In base a tale raking, la Juventus ha guadagnato 30,7 milioni, il Milan 17,1, l’Inter 15,9 e l’Atalanta 4,5 milioni.

Ciò signifca che, attualmente, la Juventus ha incassato 57,5 di soli premi Uefa contro i 38,7 dell’Inter i 33,6 del Milan e i 24,8 dell’Atalanta.

Quanto vale passare agli otavi di Champions

A queste cifre va aggiunto il market pool. Si tratta di una cifra che varia in base alle quote del mercato televisivo di ciascun Paese. La cifra totale del market pool va comunque divisa in due parti. La prima metà viene calcolata in base alle performance e ai risultati ottenuti dalle squadre nel campionato nazionale mentre la seconda è divisa in base al numero di match giocati dalle diverse squadre nel corso dell’attuale stagione di Champions League 2021-22. Va detto che la prima parte destinata alle italiane è stata pari a 50 milioni complessivi, la cui prima metà è stata così suddivisa: 40% all’Inter, 30% al Milan, 20% all’Atalanta e 10% alla Juve. La seconda metà dipenderà invece dal numero di match efettivamente giocati dalle squadre italiane in corsa per la coppa.

Ciò significa che l’Inter ha avuto ulteriori 10 milioni, il Milan 7,5, l’Atalanta 5 e la Juventus 2,5. Vediamo ora quanto possono guadagnare le italiane dal passaggio del turno. Secondo i premi stilati dalla Uefa, il superamento della fase a gironi porta nelle casse di ognuno 9,6 milioni di euro più il market pool. Si badi bene che tutti questi coti non tengono presenti i ricavi derivanti dalle gare casalinghe.

Quanto hanno guadagnato finora Napoli e Lazio

Diverso il discorso per quel che riguarda l’Europa League. Qui infatti ognuna delle 48 squadre della fase a gironi riceve un bonus di partecipazione di 640.000 euro. Inoltre, per ogni incontro i club si aggiudicano un bonus di 60.000 euro, con un premio partita di 140.000 euro in caso di vittoria e 70.000 euro per il pareggio.

In questo momento dunque Napoli e Lazio si sono assicurati un gettone di presenza pari a 3,63 milioni a testa cui vanno aggiunti 630.000 euro per ogni vittoria e 210.00 per ogni pareggio. Ciò signifca che, fnora, in base ai risultati ottenuti, la Lazio ha incassato 1.050.000 euro nelle quattro gare fn qui disputate contro 1.470.000 del Napoli.

Quanto vale il passaggio del turno in Europa League

A diferenza della Champions League, in Europa League vincere il girone o fare secondi fa tutta la diferenza del mondo. La vittoria del girone porta infatti 1,1 milione di euro e garantisce ulteriori 1,2 milioni dato che porta la squadra direttamente agli ottavi di fnale. Al contrario il secondo posto porta agli spareggi con le terze classifcate della Champions e fa incassare appena 550.000 euro.

A queste cifre andrà aggiunto il market pool che verrà diviso in base al valore proporzionale di ciascun mercato televisivo rappresentato dai club e suddiviso tra le squadre di ogni federazione.

Quanto guadagna e quanto può guadagnare la Roma

Infine, facciamo un attimo i conti in tasca alla Roma. I giallorossi hanno incassato fn qui 2,94 milioni per la partecipazione alla fase a gironi. A questi vanno aggiunti i soldi dei risultati sportivi. La Conference, infatti, elargisce 500.000 euro per ogni vittoria e 160.000 per ogni pareggio.

Complessivamente, dunque, i giallorossi hanno incassato 1.160.000 in base ai risultati fn qui ottenuti.

Anche qui vengono distribuiti soldi in base al Raking Storico, da cui la Roma ha incassato 1.335 milioni di euro e dal market pool. In questo caso, la Roma, essendo l’unica rappresentante italiana, non dovrà dividerlo con nessuno.

Tuttavia, i giallorossi rischiano di chiudere al secondo posto nel girone e questo comporterebbe una leggera perdita. Infatti, vincere il girone comporta un guadagno di 650.000 euro contro i 350.000 euro del secondo classifcato. In più, il primo posto dà diritto ad ulteriori 600.000 per gli ottavi, contro i 300.000 che incasserebbe se andasse agli spareggi con le terze classifcate di Europa League.

Insomma, la qualifcazione agli ottavi delle nostre squadre non è importante dal punto di vista sportivo, ma anche e soprattutto da quello economico.

Scopri TIMVISION Gold con tutto Netflix, Disney+, DAZN con tutta la Serie A TIM, Infinity+ con la UEFA Champions League. Clicca qui, compila il form e ricevi maggiori informazioni