Tatarusanu stipendio Milan
(Foto: Marco Luzzani/Getty Images)

L’infortunio di Mike Maignan – e la contemporanea indisponibilità di Alessandro Plizzari – ha costretto il Milan a tornare sul mercato per ingaggiare un portiere. A disposizione di Stefano Pioli è arrivato così Antonio Mirante, la scorsa stagione alla Roma.

Tatarusanu stipendio Milan – La carriera

Il nuovo arrivato partirà comunque in seconda posizione rispetto a Ciprian Tatarusanu, l’unico estremo difensore che era rimasto a disposizione del tecnico emiliano. Il portiere romeno si ritrova improvvisamente titolare dopo aver finora disputato solo cinque partite nella sua carriera in rossonero.

Nato a Bucarest (Romania) il 9 febbraio 1986, Ciprian Tatarusanu ha mosso i primi passi nel calcio professionistico nella Juventus Bucarest, prima di passare al Gloria Bistrita con cui ha collezionato 47 presenze in 3 stagioni.

Nel 2009 si è trasferito alla Steaua Bucarest dove in 5 anni ha totalizzato 186 presenze e vinto 2 campionati, 1 Coppa di Romania e 1 Supercoppa di Romania, per poi approdare in Italia, alla Fiorentina, con cui ha giocato 101 partite in 3 stagioni.

Nell’estate 2017 il trasferimento in Francia, prima al Nantes, con cui ha collezionato 67 presenze in 2 anni, e poi al Lione con cui ha disputato 6 partite in due stagioni. Vanta 68 presenze con la Nazionale della Romania con cui ha debuttato il 17 novembre 2010 in amichevole contro l’Italia.

Tatarusanu stipendio Milan – La carriera – L’ingaggio

Ma quanto guadagna Tatarusanu nella sua avventura al Milan? L’estremo difensore ha siglato un’intesa da 1,2 milioni di euro netti a stagione al suo arrivo (1,57 milioni di euro lordi grazie agli sgravi fiscali previsti dal Decreto Crescita). Il contratto scadrà a giugno del 2023.

PrecedenteUEFA: «Mondiale biennale distruggerebbe il calcio»
SuccessivoPIF, l’investimento italiano e quel legame con l’Inter