dove vedere

L’ultima a vincere la Coppa delle Coppe, la terza coppa europea, nell’ormai lontano 1999 fu la Lazio di Sven Goran Eriksson: gol di Vieri e Nedved e Maiorca a casa. Ed anche se la finale di Tirana è ancora lontana, chissà che ad aprire l’albo d’oro della nuova Uefa Conference League non sia un’altra prestigiosa squadra di calcio della capitale italiana, l’AS Roma guidata anche in questo caso da un allenatore straniero, il carismatico Josè Mourinho.

Ora che è cominciata la fase a gironi della nuova terza coppa europea, la speranza dei tifosi giallorossi è la vittoria che fuori dai confini italiani manca ormai dal 1960-61, quando la Coppa Uefa non c’era ancora e al suo posto si giocava la Coppa delle Fiere. Per i vertici dell’AS Roma, la questione è anche economica, perché arrivando fino alla fine della manifestazione, il bilancio della società potrebbe arricchirsi di 15 milioni di euro in premi, cui aggiungere ovviamente diritti tv, eventuali nuove sponsorizzazioni e gli incassi dalla vendita di biglietti.

Quanti soldi porta la Conference League

Ma facciamo un po’ i conti in tasca alle 32 partecipanti, frutto di una dura selezione iniziata in luglio e terminata a settembre. I diritti televisivi della competizione per il triennio 2021-2024 sono stati aggiudicati a Sky. Il montepremi totale stanziato dall’Uefa è pari a 235 milioni, contro i 465 milioni dell’Europa League e gli 1,95 miliardi della Champions League (capite la disperazione di Aurelio De Laurentiis, presidente del Napoli, per aver perso la partecipazione alla Champions nello scorso campionato all’ultima giornata e per un solo punto). Alle 32 squadre partecipanti saranno distribuiti, in totale 23,5 milioni. Ogni club che partecipa alla fase a gironi della Conference League è già sicuro di ricevere 2,94 milioni. Ogni vittoria poi nel gruppo garantirà un incasso di 500.000 euro, mentre il pareggio 166.000. La partecipazione agli Ottavi di finale frutterà 600.000 euro, il passaggio ai quarti porterà nelle casse 1 milione. L’approdo in semifinale 2 milioni e la finale varrà 3 milioni. Al vincitore, infine, sarà elargito un bonus di 2 milioni e garantita la partecipazione all’Europa League 2022-2023.

Scommettiamo che? Roma tra le favorite

Per il tifoso o l’appassionato di calcio che vuole guadagnare qualcosina da questa nuova coppa, cercando di indovinare cosa accadrà sul campo, ci sono i siti di scommesse con bonus di benvenuto. Come accade per le scommesse della serie A,  anche per la Conference League si potrà cercare di azzeccare esito finale, numero di goal, marcatori e tanto altro.

Per i bookmakers, ad esempio, i favoriti ad alzare il trofeo sono i londinesi del Tottenham che contano sull’italiano Fabio Paratici (nella dirigenza, non in campo), la Roma e a seguire i francesi del Rennes, gli olandesi del Feyenoord di Rotterdam (fresco di serie tv su una nota piattaforma online) e la tedesca Union Berlino. Vada come vada, lo scopriremo il 25 maggio 2022 all’Arena Kombëtare di Tirana (Albania). Che tra l’altro, è più vicina a Roma che a Londra o a Rotterdam.

GUARDA LA UEFA CONFERENCE LEAGUE SU DAZN: CLICCA QUI PER ABBONARTI E DISDICI QUANDO VUOI