(copyright: Daniele Buffa Image/via Onefootball)

Buone notizie in casa Exor. Il gruppo, azionista di maggioranza, tra le altre società, della Juventus, ha chiuso il primo semestre 2021 con un utile consolidato di 838 milioni di euro, 2,156 miliardi in più rispetto allo stesso periodo del 2020, che si era chiuso con una perdita di 1,318 miliardi.

Il net asset value (Nav) al 30 giugno ammontava a 2,158 miliardi di dollari, in miglioramento del 9% rispetto ai 29,501 miliardi di fine dicembre 2020. La posizione finanziaria netta consolidata al 30 giugno era pari -3,129 miliardi di euro, in miglioramento di 122 milioni rispetto al dato di -3,251 miliardi di fine dicembre.

Il gruppo registra quindi un valore netto degli attivi di 27,14 miliardi di euro, incrementato del +9% rispetto a dicembre. Il miglioramento dei conti, riporta la società, è principalmente attribuibile alle ottime performance delle società operative, parzialmente compensato da una perdita non ricorrente (504 milioni di euro) derivante dal deconsolidamento di FCA, a seguito della fusione con PSA.

Tutta la Serie A TIM è solo su DAZN: 7 partite in esclusiva e 3 in co-esclusiva a giornata. 29,99 euro/mese. Attiva Ora. Disdici quando vuoi