Il presidente della Liga Javier Tebas (copyright: Irina R. Hipolito/via Onefootball)

Javier Tebas durissimo contro il Paris Saint-Germain. Attraverso il proprio profilo Twitter, il n.1 della Liga si è scagliato contro il club parigino, e in generale quelli che definisce i “club-Stato”. Quest’estate, il PSG è stato in grado di firmare Achraf Hakimi e Gianluigi Donnarumma, ma è anche riuscito a strappare al campionato spagnolo dei fuoriclasse come Sergio Ramos e, naturalmente, Lionel Messi.

“I club-stato sono pericolosi per l’ecosistema del calcio quanto la Superlega. Abbiamo criticato la Superlega perché sta distruggendo il calcio europeo, e siamo altrettanto critici nei confronti del PSG”: posizione netta del presidente della Liga, contro quello che era una sorta di alleato in prima linea contro il controverso progetto del nuovo campionato europeo.

“Perdite Covid oltre i 300 milioni, entrate tv in Francia in calo del 40%: come pagano 500 milioni di stipendi? Insostenibile!” conclude il tweet di Tebas. La presa di posizione del presidente giunge proprio al termine del calciomercato, che ha visto tramontare la possibilità di vedere il fuoriclasse Kylian Mbappé eseguire il percorso inverso di Messi e Ramos accasandosi al Real. Un mancato trasferimento che, secondo beIN Sports, non è andata giù a Tebas, nonostante sarebbe andato a favore proprio del Real Madrid, tra i principali antagonisti della Liga su diversi fronti (Superlega, appunto, in primis).

Tutta la Serie A TIM è solo su DAZN: 7 partite in esclusiva e 3 in co-esclusiva a giornata. 29,99 euro/mese. Attiva Ora. Disdici quando vuoi