Gol in trasferta eliminato
(Foto Imago Images, via Onefootball)

A seguito della raccomandazione della Commissione Competizioni per Club UEFA e della Commissione Calcio Femminile UEFA, il Comitato Esecutivo della Federcalcio europea ha approvato oggi una proposta per rimuovere la cosiddetta regola dei gol in trasferta da tutte le competizioni UEFA per club a partire dalle fasi di qualificazione nelle competizioni della stagione 2021/22.

La regola dei gol in trasferta è stata da sempre applicata per determinare il vincitore di un confronto a eliminazione diretta nei casi in cui le due squadre avessero segnato lo stesso numero di gol nel totale delle due sfide di andata e ritorno.

In questi casi, la squadra che aveva segnato il maggior numero di reti fuori casa è sempre stata considerata vincitrice, qualificandosi al turno successivo della competizione. Se le due squadre avevano segnato lo stesso numero di gol in casa e in trasferta al termine dei tempi regolamentari della sfida ritorno, i match proseguivano ai tempi supplementari, seguiti da eventuali calci di rigore.

Commentando l’abolizione della regola dei gol in trasferta, il presidente UEFA Aleksander Ceferin ha dichiarato: «La regola dei gol in trasferta è stata una parte intrinseca delle competizioni UEFA da quando è stata introdotta nel 1965. Tuttavia, la questione della sua abolizione è stata dibattuta in vari incontri negli ultimi anni. Nonostante non ci sia stata unanimità di opinioni, molti allenatori, tifosi e altri attori del calcio hanno messo in dubbio la sua correttezza e hanno espresso una preferenza per l’abolizione della norma».

Ceferin ha aggiunto: «L’impatto della regola ora va contro il suo scopo originale in quanto, di fatto, dissuade le squadre di casa – specialmente nell’andata – dall’attaccare, perché temono di concedere un gol che darebbe agli avversari un vantaggio cruciale. Si critica anche l’ingiustizia, soprattutto nei tempi supplementari, di obbligare la squadra di casa a segnare due volte quando ha segnato la squadra in trasferta».

«È giusto dire che il vantaggio in casa oggi non è più così significativo come una volta. Prendendo in considerazione la coerenza in tutta Europa in termini di stili di gioco e molti fattori diversi che hanno portato a un calo del vantaggio casalingo, il Comitato Esecutivo UEFA ha preso la decisione corretta nell’adottare l’opinione che non sia più appropriato per un gol in trasferta portare più peso di uno segnato in casa», ha concluso Ceferin.

GUARDA EURO 2020 IN STREAMING SU NOW. CLICCA QUI E SCOPRI L’OFFERTA GIUSTA PER TE