Diritti Tv calcio europeo
(Foto: Carl Recine, via Onefootball)

Con l’azzeramento dei ricavi da stadio nella stagione 2020/21 a causa dell’emergenza Coronavirus, i club puntano sempre di più sui ricavi da diritti televisivi per rimanere a galla e fare fronte a costi che non accennano a diminuire.

Tifosy, una boutique di advisory specializzata sullo sport e business, ha realizzato un’analisi sulle entrate da diritti tv nei top 5 campionati europei, che ci permette di capire quale sia la situazione nei mercati di Inghilterra, Spagna, Italia, Germania e Francia, con un confronto anche tra diritti domestici e diritti internazionali.

E’ evidente ad un primo sguardo come la Premier League rimanga il campionato dal valore più alto, staccando tutti con accordi per 3,6 miliardi di euro a stagione tra diritti domestici e diritti internazionali. Una cifra del 77% superiore rispetto alla Liga, che occupa la seconda posizione in classifica.

Da notare anche come le leghe che si sono trovate a negoziare nuovi contratti per il prossimo ciclo di diritti siano state costrette ad accettare un calo nei proventi. E’ il caso, per esempio, della Serie A (anche se il quadro va ancora definito con la vendita di alcuni diritti esteri) e della Bundesliga.

Diritti Tv calcio europeo – La classifica

La Premier League, invece, ha di recente rinnovato gli accordi in essere (per quanto riguarda i diritti nazionali) alle stesse cifre del ciclo 2019-2022. Guardando alla stagione 2020/21, questa la classifica dei primi cinque campionati europei sulla base dei diritti televisivi (domestici ed esteri):

  • Premier League – 3,6 miliardi di euro
  • Liga spagnola – 2,1 miliardi di euro
  • Bundesliga – 1,3 miliardi di euro
  • Serie A – 1,2 miliardi di euro
  • Ligue 1 – 0,8 miliardi di euro (la cifra si riferisce al contratto con Mediapro, che è stato risolto a dicembre 2020. Ora possibile un accordo con BeIN Sports)

Tra i vari tornei, possiamo notare come la suddivisione tra ricavi da diritti nazionali e da diritti esteri sia sostanzialmente in equilibrio per Premier League (52,8% e 47,2%) e Liga spagnola (56,2% e 43,8%), mentre per gli altri tornei c’è una forte prevalenza dei diritti nazionali: Bundesliga (83,1%), Serie A (78,7%) e Ligue 1 (89,1%).

Diritti Tv calcio europeo – La distribuzione dei ricavi

Tutti i top 5 campionati europei hanno adottato un approccio collettivo alla vendita dei diritti di trasmissione, ma la distribuzione dei ricavi tra le società varia da campionato a campionato, a seconda principalmente di fattori come le prestazioni e il pubblico.

Tutti i campionati hanno una base fissa del 50% equamente ripartita tra tutti i club ad eccezione della Bundesliga, dove il 93% delle risorse viene distribuito in base alle prestazioni dei club nelle ultime cinque stagioni. La Bundesliga è anche l’unico torneo che distribuisce i ricavi da diritti tv anche in base al coinvolgimento dei calciatori dei settori giovanili, anche se si tratta di una quota minima, pari al 2%.

La Premier League, La Liga e la Serie A distribuiscono tutte tra il 20% e il 25% dei ricavi in ​​base agli spettatori, sia per quanto riguarda la sola TV (numero di partite trasmesse, in Premier) sia per quanto riguarda gli spettatori in TV e la vendita dei biglietti per le partite.

L’analisi di Tifosy – considerando la stagione 2018/19 – mette in evidenza anche il rapporto nei ricavi da diritti televisivi tra la prima e l’ultima in classifica. Sulla base di questo calcolo, la Premier League ha di gran lunga il modello di distribuzione più equo.

La differenza assoluta tra il primo e l’ultimo club della Premier League è stata di 46 milioni di euro nel 2018/19, pari a un multiplo di 1,6 volte, il più basso tra i top 5 campionati europeoi a parte in Francia, dove il multiplo di 3,2 volte equivale a una differenza di 41 milioni di euro.

La Liga ha il multiplo più alto tra i top club e gli ultimi con 3,8: 167 milioni di euro per la società che guadagna di più e 44 milioni di euro per l’ultima. Il multiplo è lo stesso in Bundesliga dove, poiché la metodologia di distribuzione è del 93% sulle prestazioni, ai club con risultati di alto livello costanti saranno sempre garantiti ricavi superiori.

La Serie A ha il secondo modello di distribuzione più equo, ma il club di punta ha comunque ricevuto 2,9 volte la cifra totale ottenuta dal club che occupa l’ultima posizione in classifica, con 100 milioni di euro contro 35 milioni di euro.

Diritti Tv calcio europeo – Il paracadute

Un ultimo aspetto interessante riguarda i club che retrocedono e che potrebbero faticare a gestire il conseguente calo dei ricavi da diritti tv. Per questo motivo esiste un sistema per concedere pagamenti “paracadute” ai club che abbandonano quattro dei 5 top campionati europei:

  • Serie A e Ligue 1 lavorano su una metodologia di pagamento fissa, con i club che ricevono una quota predeterminata al momento della retrocessione (vedi immagine sotto);
  • Premier League e Liga distribuiscono pagamenti paracadute in base alle quote percentuali dei diritti di trasmissione complessivi;
  • La Bundesliga è l’unico campionato dei Big 5 che non distribuisce pagamenti paracadute, dato che i ricavi da diritti tv sono già distribuiti tra i club di prima e seconda divisione (70% in Bundesliga e 23% in 2. Bundeslifga).

Nel dettaglio, per la Premier la quota riguarda la fetta di diritti equamente distribuita ed è pari al 55% per la prima stagione, al 45% per la seconda e al 20% per la terza (se il club è rimasto in Premier per più di una stagione).

In Serie A la quota è fissa: 10 milioni in caso di retrocessione dopo una stagione, 15 milioni se dopo due stagioni in A (nelle ultime tre) e 25 milioni in caso di tre stagioni in Serie A nelle ultime quattro.

Quota fissa anche per la Ligue 1 per la prima e per la seconda stagione (in questo caso sulla base degli anni trascorsi nel massimo campionato francese negli ultimi 10 anni). Infine, per quanto concerne la Liga, viene distribuito il 3,5% del totale dei diritti tv in base alle stagioni trascorse nel massimo campionato.

SCOPRI LE NUOVE OFFERTE DI SKY PER LA STAGIONE 2021/2022. CLICCA QUI E COMPILA IL FORM SUL SITO DI SKY PER AVERE TUTTE LE INFO SU CALCIO, SPORT E INTRATTENIMENTO