Milan impatto prestiti
(Foto: Spada/LaPresse, via Onefootball)

Smaltita l’euforia per il ritorno in Champions League dopo sette stagioni di assenza, il Milan è ora impegnato a costruire la squadra del futuro. I rossoneri hanno già messo a segno il primo colpo, con l’arrivo dell’estremo difensore Mike Maignan dal Lille, che andrà a sostituire il partente Gianluigi Donnarumma.

Un addio, quello del giovane portiere campano, che da un lato farà risparmiare un ingaggio pensante al club sui conti 2021/22, ma che segna anche la perdita di una potenziale plusvalenza importante per un giocatore con un valore netto a bilancio prossimo allo zero.

Tra i temi di mercato della dirigenza milanista c’è innanzitutto quello dei prestiti. Considerando i giocatori ingaggiati dal Milan a titolo temporaneo ce ne sono alcuni che hanno avuto un impatto determinante sulla stagione e – di conseguenza – sul raggiungimento dell’obiettivo Champions.

Il tesoretto derivante dalla qualificazione alla massima competizione europea per club (che Calcio e Finanza ha stimato in un minimo pari a poco più di 42 milioni di euro), sarà dunque in parte reinvestito per confermare almeno alcuni dei giocatori che sono stati protagonisti nel 2020/21.

A cominciare da Fikayo Tomori, arrivato in prestito dal Chelsea e che secondo indiscrezioni di mercato i rossoneri avrebbero deciso di riscattare per 27 milioni di euro (da aggiungersi al milione già versato ai Blues per il prestito). Tra ingaggio (abbiamo stimato 2 milioni netti per 5 anni) e ammortamento, il giocatore peserebbe così per poco più di 8 milioni sui conti 2021/22, considerando gli sgravi fiscali previsti dal Decreto Crescita.

Stipendio lordo 2021/22 Costo prestito 2021/22 Ammortamento 2021/22
Tomori 2,62 / 5,4
Meite / / /
Dalot 1,31 / 3
Brahim Diaz 0,66 / /
Tonali 3,7 / 3
TOTALE 8,29 / 11,4
TOT. STIPENDIO E PRESTITI 19,69

elaborazione CF su dati Gazzetta dello Sport (in mln di euro)

Verso l’acquisto a titolo definitivo ci sarebbe anche Sandro Tonali, che per il quale il Milan starebbe trattando il riscatto dal Brescia. Se fossero confermate le cifre già note, i rossoneri andrebbero a versare 15 milioni (ed eventualmente altri 10 di bonus), per un costo a bilancio tra stipendio e ammortamento per 6,7 milioni.

Passando a Diogo Dalot, anche il laterale portoghese potrebbe restare a Milano. La stampa sportiva riporta che Paolo Maldini sarebbe pronto a proporre 15 milioni al Manchester United per un’acquisizione definitiva, per un peso a bilancio – ipotizzando un quinquennale anche per lui – pari a poco più di 4,3 milioni.

Per età dei calciatori e semplificazione del calcolo, abbiamo ipotizzato per Tomori, Dalot e Tonali un accordo di cinque anni con il Milan. In caso di contratti di più breve durata il prezzo dei cartellini andrebbe spalmato su un numero minore di stagioni, facendo così crescere la quota ammortamento per il 2021/22.

In totale, per i tre cartellini il Milan andrebbe a mettere sul piatto 57 milioni di euro, ai quali potrebbero aggiungersi ulteriori 10 milioni di bonus per tonali. In chiusura, restano da definire le situazioni di Brahim Diaz – molto importante per Pioli soprattutto nel finale di stagione – e di Soualiho Meite.

Per il fantasista spagnolo si parla di un rinnovo del prestito con eventuale diritto di riscatto da esercitare al termine della prossima stagione (per lui, a meno di un costo prestito che attualmente non è noto) peserebbe solamente l’ingaggio. Per quanto riguarda il centrocampista francese, il giocatore non avrebbe convinto la dirigenza e dovrebbe fare ritorno al Torino dopo sei mesi in prestito a 0,5 milioni.

In totale, tra stipendi e quote ammortamento, il rinnovo dei prestiti – con le modalità che abbiamo ipotizzato anche sulla base delle indiscrezioni di stampa – dovrebbe pesare sul conto economico del Milan per poco meno di 20 milioni di euro.

SCOPRI LE NUOVE OFFERTE DI SKY PER LA STAGIONE 2021/2022. CLICCA QUI E COMPILA IL FORM SUL SITO DI SKY PER AVERE TUTTE LE INFO SU CALCIO, SPORT E INTRATTENIMENTO