Liga Stati Uniti
Javier Tebas (Foto Imago Images, via Onefootball)

I piani della Liga spagnola di organizzare una partita negli Stati Uniti d’America sono vivi e vegeti. Lo ha ribadito il presidente della lega calcistica Javier Tebas, che ha tuttavia escluso allo stesso tempo la possibilità di portare il Clasico Barcellona-Real Madrid fuori dai confini nazionali.

I piani del massimo campionato spagnolo per portare una gara di campionato negli Stati Uniti sono già falliti in due occasioni, con la FIFA, l’organo di governo del calcio mondiale, e la Federcalcio spagnola (RFEF) che hanno espresso pareri negativi su questa possibilità.

Parlando a un evento in occasione del nuovo accordo per i diritti televisivi della Liga in Nord America con ESPN, Tebas ha fatto sapere che i piani non sono cambiati, anche se le sfide tra Real Madrid e Barcellona saranno lasciate fuori dal progetto.

«Il Clasico è un incontro più difficile da esportare perché è la partita di club più importante al mondo, è diverso. Ma potremmo prendere altre partite ufficiali, stiamo sicuramente guardando a quello», le parole di Tebas.

«Spero e mi aspetto che in un futuro non troppo lontano gli Stati Uniti possano ospitare una partita competitiva con alcuni dei nostri più grandi club. Quando raggiungeremo l’obiettivo, forse un anno ci sarà il Barcellona, e quello dopo ​​il Real Madrid o l’Atletico», ha aggiunto.

«Abbiamo provato a farlo e continueremo a provarci. Dopo questo accordo (con ESPN, ndr), i nostri fan negli Stati Uniti meritano un match di alto livello laggiù», ha concluso il presidente della Liga.

GUARDA LA CORSA AL TITOLO IN LIGA IN STREAMING SU DAZN. ATTIVA ORA IL TUO ABBONAMENTO