Classifica avulsa salvezza
(Foto: LaPresse/Alessandro, via Onefootball)

Non solo la lotta per entrare in Champions League. A quattro giorni dal termine del campionato di Serie A 2020/21, archiviato il discorso scudetto, resta ancora da decidere l’ultima delle tre squadre che retrocederà in Serie B, raggiungendo così Crotone e Parma.

In lizza ci sono ancora diverse squadre per l’ultimo posto rimasto, anche se la lotta si concentrerà verosimilmente dal 13° posto in giù. Tutte hanno chance di salvarsi, con una differenza di soli cinque punti tra il Genoa e il Benevento. In mezzo anche il Torino, che dovrà però recuperare la sfida con la Lazio il prossimo 18 maggio.

Classifica avulsa salvezza – I criteri degli scontri diretti

Ma come si determina la posizione in classifica in caso di arrivo a pari punti? I criteri da tenere in considerazione sono in quest’ordine:

  1. I risultati degli scontri diretti;
  2. La differenza reti negli scontri diretti
  3. La differenza reti generale
  4. Il numero di gol segnati in generale
  5. Il sorteggio

Classifica avulsa salvezza – La situazione per ogni club

Analizzando la situazione squadra per squadra, notiamo – andando in ordine di classifica – che il Genoa (36 punti) è in vantaggio negli scontri diretti solo con lo Spezia, mentre è in svantaggio con Benevento e Torino. Manca ancora il confronto con il Cagliari (1-0 Genoa all’andata), mentre la differenza reti dice -12 con 40 gol segnati.

Passando alla Fiorentina (35 punti), i toscani sono quelli messi meglio a livello di scontri diretti, in vantaggio con Torino, Spezia e Benevento e a pari con il Genoa. Rimane da disputare il match con il Cagliari (1-0 per i viola nel match di andata). La differenza reti attuale dice -12 e i gol messi a segno sono 40.

Il Torino (34 punti) è in una situazione delicata, ma con la carta del recupero con la Lazio da potersi ancora giocare. Gli scontri diretti dei granata li vedono soccombere con la Fiorentina, davanti al Genoa e in parità con il Cagliari. In attesa dei due scontri diretti con Spezia e Benevento, la differenza reti dice -9 e i gol segnati sono 47.

Capitolo Spezia (34 punti). I liguri partono davanti nel confronto con Benevento e Cagliari, mentre sono in svantaggio con Genoa e Fiorentina. Manca ancora lo scontro diretto con il Torino e la differenza reti è una delle peggiori: -20 con 43 gol segnati.

Penultimo posto in questa particolare classifica per il Cagliari (32 punti), che non si trova in situazione di favore in nessuno degli scontri diretti fin qui completati. I sardi sono dietro con lo Spezia, alla pari del Torino e gli mancano ben tre scontri diretti con Benevento, Fiorentina e Genoa. Differenza reti a -17 e 40 gol fatti.

Infine, il Benevento (31 punti), che ha vinto solo una delle ultime 18 partite, ma che a livello di scontri diretti è davanti al Genoa, dietro a Spezia e Fiorentina e in attesa delle decisive gare con Cagliari e Torino. La differenza reti dei campani è la peggiore: -31 e 37 gol segnati.

Classifica avulsa salvezza – La graduatoria attuale

Se tutte e sei le squadre dovessero ipoteticamente chiudere la stagione a pari punti, questa sarebbe invece la classifica avulsa, allo stato attuale e considerando che nel conteggio mancano ancora diversi scontri diretti per chiudere la stagione:

  1. FIORENTINA – 16 punti (9 partite)
  2. GENOA – 13 punti (9 partite)
  3. BENEVENTO – 12 punti (8 partite)
  4. TORINO – 10 punti (8 partite)
  5. SPEZIA – 10 punti (9 partite)
  6. CAGLIARI – 4 punti (7 partite)

GUARDA IL GRANDE SPORT DI SKY IN STREAMING SU NOW. CLICCA QUI E SCOPRI L’OFFERTA GIUSTA PER TE